Il Napoli sfiora il colpo al Camp Nou, è 1-1 contro il Barcellona!

Finisce 1-1 ma il gol degli spagnoli arriva soltanto grazie con una decisione dell'arbitro romeno Kovacs il quale, richiamato dal Var, concede un calcio di rigore per una deviazione con un dito di Juan Jesus quasi impercettibile se non dall'attenta analisi del VAR che richiama l'arbitro dopo oltre 30 secondi in cui si è continuato a giocare.

Un provvedimento ai limiti, con il direttore di gara che applica il regolamento con eccessiva rigidità, senza considerare l'effettivo svolgimento dell'azione e la dinamica del gioco. Detto questo, i catalani sul campo hanno obiettivamente meritato il pareggio.

La prova degli azzurri è complessivamente positiva e il risultato lascia ottime possibilità di superare il turno. Nel primo tempo il Napoli gioca alla pari con gli avversari e riesce a gestire senza troppi affanni gli attacchi del Barcellona, soprattutto quando si sviluppano sulle fasce laterali. Il napoli si rendende pericoloso in un paio di occasioni con Osimhen e al 28' va in vantaggio con Zielinski. Elmas scambia con il polacco il quale sfrutta l'assist e conclude con un rasoterra che Ter Stegen respinge sempre sui piedi del polacco che colpisce di destro e manda la palla in rete. Nella ripresa il Barcellona parte con grande determinazione e costringe il Napoli nella propria area di rigore ma senza creare occasioni da gol.

Per trovare il pareggio gli spagnoli hanno bisogno dell'aiuto del Var che segnala all'arbitro il tocco con un dito di Juan Jesus su un traversone di Traorè. Rigore che Ferran Torres trasforma riportando al 13' in parità la partita. Il Barça sente odore di vittoria e grazie anche ai cambi offensivi di Xavi, gli spagnoli si riversano all'attacco. Il Napoli soffre e non riesce a liberarsi dalla asfissiante pressione dei blaugrana. La squadra di Xavi costruisce nel finale alcune ottime occasioni, ma in due casi Ferran Torres conclude fuori misura e manda il pallone in curva.

Nel finale l'assedio dei padroni di casa si fa ancora più pressante, soprattutto durante i nove minuti di recupero, tre dei quali gli azzurri sono costretti a giocare in inferiorità numerica perché Fabian Ruiz è costretto ad uscire dopo aver riportato una ferita al capo in uno scontro di gioco con Gavi. Ma il Napoli tiene fino in fondo!

Giovedì prossimo al Diego Armando Maradona gli azzurri si giocheranno la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League.

Così Spalletti in conferenza stampa nel post partita:




9 visualizzazioni0 commenti