Campionato del mondo, argento e bronzo per la Obi Arashi

Aggiornamento: 26 set 2021


Dal nostro inviato

Cluj Napoca


La partecipazione della romana Obi Arashi al Campionato Mondiale WUKF si sta delineando su un percorso di grande soddisfazione sia sotto il profilo umano che sportivo. I giovani atleti ce la stanno mettendo tutta per portare gloria all’ideale medagliere italiano ( ideale perché costituito da un gran numero di organizzazioni che concorrono in autonomia). Gli apprezzabili risultati di Teodor Stoian, capace di superare il primo turno nel kumite individuale, e di Roberto Manieri e Chiara Carfagna sempre nel kumite, hanno fatto da preludio alle affermazioni di Cristian Buraga e Destin Bar nel Kata individuale, rispettivamente argento e bronzo. Particolarmente apprezzabile la tenuta psicologica di Buraga che si è fatto strada in un’affollatissima pool di 26 atleti. Gli ci è voluto uno spareggio successivo ai tre round regolamentari per avere ragione dei due pari merito con cui si contendeva le rimanenti piazze (argento e bronzo). Non meno combattuta la batteria di Barr, il quale ha espresso una forma come di consueto esteticamente pregevole e convincente. La Obi Arashi, iscritta alla competizione nell’alveo delle affiliate FESIK sta, nella gestione tecnica dei Maestri Azadeh, Ridente e Ferralis, lasciando il segno anche in campo internazionale. E chissà che queste vittorie non siano le uniche perché la fame sembra essere insaziabile.







54 visualizzazioni0 commenti