Il Sorriso e il Futuro: la Roma di Mou!

Nessuno ne sapeva, nessuno. Probabilmente neanche chi lavora a Trigoria, i calciatori, alcuni dirigenti. Solo tre persone sapevano: Dan, Ryan Friedkin e Tiago Pinto. E poi Josè Mourinho e sicuramente Jorge Mendes.

Una notizia che ha illuminato l’animo di una città. Il Lungotevere è di colpo tornato pulito, le strade senza buche. Tutto è diventato più bello. Ci avete fatto caso che ha anche smesso di piovere e sono un paio di giorni di solo sole?


Josè Mourinho ha cambiato l’umore di una città. Ha reso il tifoso della Roma felice. Tifoso che ha di colpo dimenticato la brutta stagione passata, tutto il negativo è andato nel dimenticatoio. Ora si pensa solo positivo come diceva Jovanotti in una canzone.


La Roma pensa positivo e prova ad alzare l’asticella. Un’asticella che dovrà essere poi anche alzata nella rosa della squadra. Mourinho non viene per vivacchiare. Lo sanno benissimo in società. Probabilmente al momento della firma, il portoghese ha chiesto garanzie.


Pensare alla Roma che verrà forse è un po’ presto, ma è tempo anche di sogni e giocare non guasta.


Arriverà un portiere, forse due. Mirante non rinnoverà, Pau Lopez non ha convinto nessuno e si cercherà una destinazione. In entrata: occhio al ritorno di Olsen come secondo. Per il numero 1 si sono fatti tanti nomi nei giorni passati, prima dell’arrivo dello Special One, ora però qualcosa potrebbe cambiare. Cragno, Musso, Silvestri erano i nomi più in voga prima del tornado Mou, ora si parla di De Gea (secondo allo United). Vedremo.


In difesa c’è da fare qualcosina. Mancini come caratteristiche potrebbe essere perfetto per Mou. Dubbi sugli altri centrali invece in rosa. Non è da escludere un ritorno di Florenzi. In entrata si fa il nome di Eric Dyer difensore centrale del Tottenham.


Il reparto che forse subirà più cambiamenti è il centrocampo. Veretout è un intoccabile ed è perfetto per il calcio fisico e intenso di Mou. Poi chi potrebbe arrivare? Hojbjerg dal Tottenham, Matic dallo United sono alcuni nomi che si fanno in queste prime ore. A questi due si aggiunge un vecchio pallino di Josè Mourinho: Marcel Sabitzer. Austriaco e Capitano del Lipsia. Profilo di livello.


La fantasia invece chi potrebbe metterla? Zaniolo sicuramente. Toccherà capire come viene visto Lorenzo Pellegrini tatticamente. Mentre Mkhitaryan non sembra piacere tantissimo a Mourinho. Nella “follia” del post annuncio si è fatto il nome di Isco. Sarebbe un acquisto pazzesco, ma costa molto. Oltre ad Isco, si parla anche di Juan Mata.


Davanti Dzeko potrebbe rimanere. Mourinho potrebbe non volersi privare del bosniaco. Rimesso a posto anche psicologicamente Edin ha tutte le carte in regola per fare ancora bene alla Roma. C’è il Kun Aguero a zero e per lo Special One potrebbe essere un’affare niente male.


Naturalmente c’è da valutare il peso di Jorge Mendes in questa operazione. Occhio ai calciatori sotto la scuderia del procuratore di Lisbona.


Di nomi se ne stanno facendo tanti e siamo solo all’inizio di un’estate molto calda ed intensa in casa giallorossa. Un’estate che vedrà i tifosi della Roma con il sorriso stampato in faccia.

1,533 visualizzazioni0 commenti