top of page

Roma Siviglia, postumi al veleno

Aggiornamento: 9 ago 2023

Gli effetti della sconfitta dolorosa e  imbarazzante (per UEFA e Taylor) si avvertono anche nelle opinioni. Estreme, violente, inconciliabili. 

Un tutti contro tutti che non ammette prigionieri, come nella migliore (peggiore) tradizione dell’Italia contemporanea in cui guelfi e ghibellini se ne danno di santa ragione.

Il Corriere è tutto per Mourinho, la Gazzetta è pro società. Il primo punta il dito sui texani, rei di assenteismo dialettico, la seconda, inchioda Mourinho accusandolo pure del dissesto idrogeologico e cambiamento climatico.

In Radio Radio ci si bastona. Per Damascelli  "il rigore non c’era. Punto". Gli chiedono perché non ci sarebbe. “Perché per me non c’è". Punto. Capito? La dialettica potrebbe essere al suo capolinea se non fosse che Camelio riesce a essere anche più  terra terra “La società è in grande difficoltà con Mourinho e lo staff per le sue aggressioni agli arbitri che la danneggerebbero. Inoltre noi ci siamo informati e la Roma è tra le squadre che ha ottenuto più rigori quindi le aggressioni sue e di tutta la panchina sono immotivate. Sappiamo che durante la settimana si allenano per attaccare gli arbitri (!)). “Ferraiolo, tra i più incazzati, a momenti gli ride in faccia “ma che scemenza stai dicendo? Ammesso che lo facciano , se come dici, la Roma ha molti rigori a favore, evidentemente è una strategia che paga!”. Vocalelli e Maida si risentono a loro volta con Ferraiolo perché a suo dire, le due testate stanno infervorando gli animi. Lui li manda a quel Paese. 

Guardiola non si fa attendere : “Dispiaciuto per quanto accaduto a Taylor, spero non succeda più”. 

Caro Pep, a parte che suona poco meglio della “fame nel mondo “ delle Miss Italia, sei stato poco e male nella Roma ma abbastanza per farci pensare che fossi davvero un gran giocatore e per questo sei stato comunque amato. Ma  ciò ti autorizza a dire sempre la tua?  L’aggressione a Taylor è un fatto grave, non ci sono dubbi ma forse avresti potuto spendere due parole sugli animi esasperati di chi ha buttato un sacco di soldi per essere deriso da questo cialtrone.

Capiamo anche che a pochi giorni dalla finale ogni occasione sia buona per fare bella figura ma credici non ne hai bisogno. Disponi della formazione più completa e meglio assortita del pianeta. 

Vai tranquillo. Vincerete senza ostacoli (e ora se si usa, fai pure gli scongiuri necessari).


 La UEFA apre un’indagine su Mourinho. Pinto rilascia dichiarazioni annacquate, Taylor se la vede brutta, accerchiato dai tifosi imbufaliti. Intendiamoci, è un fatto grave, c’era anche la figlia ma proprio la figlia che insegnamento avrà ricevuto dal papà mercoledì sera? Che l’incompetenza è un talento? Che essere arroganti è un pregio? Che condizionare una gara è qualcosa di cui andare fieri? 

Un rigore non assegnato e due espulsioni non comminate valgono una sessantina di milioni bruciati tra acceso alla Champions League e Supercoppa ma questo sembra non avere rilevanza nella valutazione di un arbitro che definire non all’altezza è essere misericordiosi.


Sui social ci si divide. Interisti, napoletani, milanisti esprimono solidarietà, juventini e laziali alternano sarcasmo a lezioni di etica. Sì, avete letto bene, laziali e juventini. E qui è necessario un distinguo: sfottere fa parte del gioco. Farlo è sacrosanto. Dare lezioni da verginelle moralizzatrici è tragicomico.

 La Roma sembra stia pensando a Totti e Boniek (magari entrambi), pensa alla cessione di Abraham e pare dare segnali di compattezza. Silenti CONI, Federcalcio, Lega e Abodi. Chi tutela i tesserati?  Chi tutela i tifosi? La vittoria della Europa League avrebbe portato flussi di denaro e introiti per tutto il movimento eppure nulla. In pratica i giallorossi sono da soli. Quindi nella condizione ideale

37 visualizzazioni

Post correlati

bottom of page