top of page

Campionato Regionale Karate Marche valido per le qualificazioni ai campionati italiani junior 2024 da domani al Pala FIJLKAM del centro olimpico di Ostia


Il presidente Massimo Monina e la giunta regionale marche, dopo anni di buio hanno risollevato un movimento del settore karate che si era perduto, numeri significativi di iscritti ed atleti alle prime posizioni del ranking ne sono la conferma dell’ottimo lavoro svolto.

Negli anni passati i successi sporadici di Valentina Santini campionessa italiana e nazionale under 21 i ed Andrea Lattanzi campione italiano dei pesi massimi si perdevano nel tempo.

Oggi una nuova generazione di giovani promesse emerge dalla regione marche.


Su tutte la talentuosa Beatrice Carta - 59 kg CSKT KARATE TEAM, che in una giornata in cui si presenta debilitata e non in forma, vince di mestiere. Fresca dell’oro agli Open WKF di Velenije (Slovenia) e del bronzo agli open di San Marino, ha dato vita ad una finale di grande concretezza vinta sull’astro nascente Aurora Amabili 5° classificata ai campionati italiani cadetti, del team Offida fitness. Portando a casa il 5° titolo consecutivo, speriamo che la sfortuna abbia smesso di perseguitarla.



Qualificazione centrata anche dal bronzo italiano Lorenzo Vipera -61 del team Spazio Karate che questa volta deve cedere il passo ad un agguerrito Alessandro Giorgini (Ciudan Montefeltro) in una categoria affollata da ottimi atleti, che vede qualificati anche Roberto Manieri (CSKT) terzo classificato e sul simbolico quarto gradino del podio Adamo Giorgini (Ciudan Montefeltro).








Se Vipera è incappato in una giornata in cui non ha espresso il suo miglior Karate, Roberto Manieri alla sua seconda competizione Fijlkam ha impressionato e entusiasmato la platea che al termine del secondo incontro valevole per il terzo posto lo investe con una salva di applausi. Ma già il primo Kumite proprio contro Adamo Giorgini è foriero di grande spettacolo. Tra i vari colpi, Manieri esegue uno splendido ushiro ura mawashi geri che fulmina l’avversario.


Tuttavia la sola bandierina sollevata verso l’alto dall’arbitro di sinistra non è sufficiente a concedere l’ippon risolutivo. L’incontro si sviluppa e prosegue su un unico registro, con Manieri che proietta costantemente a terra Giorgini, colpendolo per chiedere il punto ma non avvedendosi del fatto che ogni volta lo trattiene troppo. L’incontro si conclude zero a zero E, sì, perché nonostante Giorgini vinca per squalifica del suo avversario, non mette a segno neppure un colpo. Il secondo kumite di Roberto Manieri valido per il bromzo e qualificazione si risolve con un perentorio 7 a 0. Nella varietà di colpi esibiti dal karateka sono degni di nota due ura mawashi geri eseguiti alla perfezione, tanto che sul primo persino il suo avversario, dando una lezione di stile a tutti gli atleti, si completa con Roberto Manieri.


Vittorie anche per:

Mery Massi (Sirius) 48 kg

Iommi Serena (Sirius) 53 kg

Elena Accoraboni (Kai Shotokan) 66 kg

Francesco Di Girolamo (Offida) 50 kg

Marco Pasquali (Kai Shotokan) 55 kg

Enea Ligi (Ciudan Montefeltro) 68kg

Saverio Saulino (Dynamic) 76 kg

Luca Pacifico (Karate Ancona) kata maschile

La classifica per società vede primeggiare il Karate Ancona seconda e terza società classificata Ciudan Montefeltro e la Siruus del direttore tecnico CTR Maestro Tosoni.

 Proprio a lui abbiamo chiesto di fare il punto a fine manifestazione M° Tosoni: “Con l’avvento della squadra del Presidente Monina siamo riusciti e ricreare l’armonia che mancava oramai da anni ed ha permesso il coinvolgimento di molte società che si erano allontanate dall’attività federale. Il risultato più evidente è il riavvicinamento all’attività agonistica e pre-agonistica. Oggi gli appuntamenti mensili del Centro Tecnico Regionale hanno una notevole affluenza e la docenza di tecnici di valore assoluto e riconosciuto come Presidente della Commissione Federale Insegnanti Tecnici, ed ex direttore tecnico gruppo sportivo Fiamme Gialle Maestro Claudio Culasso oppure l’ex campione d’Europa e più volte sul podio mondiale Andrea Lentini, ha riportato interesse e passione.”


Chiediamo il punto della situazione ed un commento dei suoi atleti anche al M° Jgor Carta tecnico e presidente CSKT:

"Quando nel 2018 per motivi personali ho dovuto prendere la residenza nelle Marche mi veniva detto che qui il karate era morto, invece negli ultimi 3 anni siamo passati da qualificazioni con pochissimi atleti e categorie vuote a giornate come questa. I miei atleti? luci, ombre e chiaroscuri… Gaia (Prinzio) non è riuscita ad esprimere il suo karate perdendo in malo modo ma qualificandosi comunque per le finali di Roma.  Roberto (Manieri) ha mostrato parimenti lampi e ingenuità nel primo kumite per poi cambiare assetto nella finale per il bronzo in cui in cui ha vinto e convinto. Poi c’è Beatrice (Carta) per lei parlano i risultati da gennaio ad oggi 3 medaglie internazionali ed il regionale vinto, se la pubalgia non ritorna potrebbe essere l’anno della consacrazione."

Adesso tutti a fare il tifo al PALA FIJLKAM per le finali e come sempre vinca il migliore.

153 visualizzazioni

Post correlati

Comments


bottom of page