Crollo verticale del tradizionale commercio al dettaglio


In attesa che Renzi e Conte si mettano d'accordo su Recovery Fund, l'economia italiana ristagna in una depressione che da allarmante è ormai abissale. I dati sono tanto incontrovertibili quanto impietosi: le vendite dei negozi al dettaglio registrano a novembre 2020 un crollo pari a-12,5%.


Condizione leggermente meno drammatica è quella dei supermercati -8,5%

I settori più in crisi sono quelli della pelletteria, calzature e abbigliamento. A forte rischio chiusura i negozi di quartiere, mentre di tutt'altro segno è l'andazzo dei giganti del web che hanno registrato a novembre, un incremento pari al 50,2%.

5 visualizzazioni0 commenti