Il 29 ottobre si apre la 17esima edizione di “PAGINEaCOLORI”

Aggiornamento: 28 ott

Il festival della letteratura illustrata e delle arti visive per ragazze e ragazzi propone quest’anno il tema del “Inevitabilevento: ...piccole storie, grandi domande”. L’inaugurazione, il 29 ottobre, alle 17, al teatro comunale di Tarquinia Rossella Falk, con la presentazione della rassegna, cui seguirà alle 17,30, lo spettacolo “…E sulla sabbia il vento” della “sand artist” Nadia Ischia


Tarquinia, 20 ottobre 2022 - Spettacoli, laboratori didattici, incontri formativi e culturali, tra ottobre e dicembre. A primavera 2023 la mostra di illustrazioni, incontri con scrittori e attività didattiche dedicati agli studenti delle scuole. Il tutto a Tarquinia (VT), la città etrusca che da 17 anni è la casa di “PAGINEaCOLORI”, il festival della letteratura illustrata per ragazze e ragazzi e delle arti visive che si aprirà il 29 ottobre, alle 17,30, con lo spettacolo al teatro Rossella Falk “…E sulla sabbia il vento” della “sand artist” Nadia Ischia, preceduto alle 17, dalla presentazione della rassegna con la partecipazione dell’assessora alla cultura del Comune di Tarquinia Martina Tosoni; della direttrice artistica del festival Roberta Angeletti; del responsabile della biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” Luca Gufi; della consigliera della Regione Lazio Silvia Blasi; della rappresentante dell’associazione di promozione sociale Dandelion Valeria Peparello; e del responsabile dell’Area politiche sociali di Unicoop Tirreno Roberto Giomi.

Il tema scelto per l’edizione 2022-2023 è riassunto nella formula “InevitabileVento: ...piccole storie, grandi domande” e sarà fonte di numerosi spunti di riflessione che toccheranno vari ambiti: da quello scientifico, con la meteorologia, la fisica del vento, i mutamenti prodotti dall’attuale crisi climatica, la risorsa eolica come fonte alternativa di energia, a quello mitologico, con l’origine e la simbologia del vento nelle varie culture; fino a quello filosofico-teologico, con l’indeterminismo in opposizione al principio di necessità, il caos e l’ordine. “Il tema evoca una moltitudine di significati – afferma la direttrice artistica Roberta Angeletti -, che orbitano intorno ai concetti di caso, accidentalità, imprevedibilità, inafferrabilità, leggerezza, libertà, imponderabilità, cambiamento improvviso e sconfinano in territori pieni di fascino che richiamano al destino individuale e collettivo o della specie umana. Un tema sicuramente filosofico che si presta ad essere indagato con i più piccoli attraverso albi illustrati di qualità, cuore del nostro interesse e della nostra passione, e che inoltre offre un’occasione per intraprendere percorsi di pratica filosofica per bambini e di educazione al pensiero avvalendosi di esperti e di autori operanti in questo interessantissimo ambito. La seconda parte di “PAGINEaCOLORI”, invece, si svolgerà dai primi mesi del 2023 fino a tarda primavera. La novità principale è la decisione di spostare in questa fase la mostra degli illustratori che, fino alla scorsa edizione, si teneva a novembre. Abbiamo ritenuto che fosse giunto il momento di apportare questo cambiamento per valorizzare meglio l’esposizione, a cui si affiancheranno gli incontri con gli autori Alessandro Riccioni, Cristina Bellemo e Guido Sgardoli e iniziative per gli studenti delle scuole”.

“Crediamo fortemente nella potenzialità di questo festival e per questo anche quest’anno abbiamo sostenuto la manifestazione – afferma l’assessora alla cultura Martina Tosoni - A dispetto del tema scelto, la 17esima edizione di PAGINEaCOLORI non arriva imprevedibile come il vento, ma si conferma una grande realtà nel patrimonio culturale della nostra città, per la formazione e la crescita dei nostri ragazzi. Dopo aver sperimentato, con la scorsa edizione, come da un errore possano nascere anche circostanze piacevoli, quest’anno scopriremo come anche il vento con la sua imprevedibilità crea degli effetti inaspettati non solo nella natura, ma anche nelle nostre vite, se lo intendiamo come una forza tanto invisibile quando impetuosa e ineluttabile, che irrompe nei nostri piani perfetti e li stravolge, portandoci a modificare il nostro punto di vista e adattandoci alla nuova realtà. C’è chi lo definisce destino, chi fato, chi caso, chi fortuna o sfortuna e chi, più poeticamente, con la sensibilità della nostra direttrice artistica Roberta Angeletti, un “inevitabile vento”. Questo tema vuole essere motivo di riflessione in vari ambiti pratici e scientifici, ma soprattutto vuole dare una chiave di lettura del grande libro della vita e dei suoi eventi alle giovani generazioni, e non solo, avvalendosi di incontri con esperti del settore che possano aiutarle a comprendere se stesse e il mondo che li circonda. Si affronteranno temi profondi, filosofici, che accompagnano da sempre l’uomo, ma siamo certi che verranno esaminati con la lievità e quelle sfumature di colori che contraddistinguono il nostro festival e che arricchiscono l’anima di chi lo segue da molti anni, consapevolmente, o lo scopre per la prima volta, casualmente!”.

Messo gentilmente a disposizione da don Agusto Baldini (parroco presso Santi Giovanni Battista e Leonardo), l’oratorio di Santa Croce, al civico 25 di via Giuseppe Garibaldi, ospiterà ogni domenica, tra il 30 ottobre e il 27 novembre, laboratori, spettacoli teatrali e attività per bambini: si parte il 30 ottobre con lo spettacolo “Croquelune” messo in scena dall’attrice italofrancese Valeria Emanuele della compagnia “Les Tetes de Bois”; per proseguire il 6, 13 e 20 novembre con i laboratori dell’illustratore Simone Rea, della musicista e operatrice teatrale Elena Mozzetta e dell’illustratrice Valentina Ravagni; e concludere il 27 novembre con un laboratorio filosofico di Ippolita Bonci Del Bene. Gli incontri formativi per insegnanti, genitori, educatori e appassionati di letteratura e di arti visive saranno sia dal vivo che online, rinnovando una formula mista che si rivelata di successo. Tre gli incontri online: il 22 novembre con Luca Mori, professore di storia della filosofia all’Università di Pisa; il 29 novembre, a cura di UniCoop Tirreno – Sezione Soci Etruria, con l’illustratrice Daniela Pareschi, il 20 dicembre con Roberta Angeletti e Valentina Ilari, per la presentazione degli albi che saranno oggetto della mostra primaverile.

La sala degli Specchi di palazzo Bruschi Falgari, al civico 34 di via Umberto I, sarà la sede degli incontri in presenza: l’8 novembre con Roberta Favia, esperta di letteratura per l'infanzia e l'adolescenza; il 15 novembre con la giornalista, autrice e direttrice editoriale di “StorieCucite” Luisa Carretti; il 6 dicembre con Rino Lombardi, ideatore del progetto del Museo della Bora e del Vento di Trieste, il 15 dicembre con il direttore del Museo Civico del Mare e della Navigazione Antica del Castello di Santa Severa, l'archeologo Flavio Enei. Presso il Teatro “Rossella Falk” invece, il 19 novembre, il festival avrà il grande l'onore di ospitare il filosofo e teologo Vito Mancuso. Lo spettacolo inaugurale del 29 ottobre e tutti gli incontri sono gratuiti. Le iniziative domenicali riservate ai bambini sono a numero chiuso (numero massimo di partecipanti 25 per ogni laboratorio) ed è necessaria la prenotazione, inviando una mail a laboratoripagineacolori@gmail.com (specificando nome e cognome del bambino, età e data dell’attività), e il versamento di un contributo di 2 euro al momento della partecipazione.

Il festival “PAGINEaCOLORI” è organizzato con il sostegno del Comune di Tarquinia (assessorato alla cultura e biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli”), della Regione Lazio (Laziocrea) e dell’UniCoop Tirreno – Sezione Soci Etruria, in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Dandelion, l’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, il Centro di aggregazione giovanile (Cag) di Tarquinia e la Società Tarquiniense d’Arte e Storia. Per rimanere aggiornati, si possono seguire la pagina Facebook “Pagine a Colori Festival”, il profilo Instagram “Festivalpagineacolori” e il sito www.pagineacolori.it.

2 visualizzazioni0 commenti