Soffiato ad arte il vento neo fascista. I comunicati dell'Ucpi, Fabio Rampelli e Federico Mollicone

Aggiornamento: 18 ott 2021


Secondo quanto espresso in un durissimo comunicato l'Osservatorio dell'Unione delle camere penali ritiene che "Il servizio non è giornalismo di inchiesta così come lo si vuol definire", ma "piuttosto il frutto di una vera e propria attività investigativa, sottratta a qualunque forma di controllo dell'Autorità Giudiziaria ed alle regole che presidiano la genesi e lo sviluppo delle vicende processuali. Siamo giunti ad un crocevia estremamente pericoloso, nel quale le persone sono offerte in pasto all'opinione pubblica sulla base di informazioni raccolte nel corso di una vera e propria "indagine privata", che addirittura precede e "genera la vicenda procedimentale propriamente intesa". Ma la vicenda che vede come direttore d’orchestra il partigiano Formigli è solo l’antipasto di quello che è stato un fine settimana rovente. Alimentato ad arte il venticello della deriva neo fascista, spauracchio necessario per raddrizzare un ballottaggio in salita per i candidato del PD, Gualtieri che lo vede sconfitto in 10 municipi su 15 nonché per silenziare gli oppositori al green pass. Quello dell’organismo istituzionale non è il solo vibrante comunicato che in queste ore è stato scoccato come strale, non meno perentorie le posizioni prese da Federico Mollicone, deputato del Parlamento della Repubblica e da Fabio Rampelli, vice presidente della Camera.


NEOFASCISMO, MOLLICONE (FDI): "MANIFESTANTI VIOLENTI SONO "UTILI IDIOTI" DEL SISTEMA, VOGLIONO BLOCCARE IL CAMBIAMENTO MA NON CI FERMERANNO"

"I manifestanti violenti sono gli utili idioti del Sistema per impedire e fermare il cambiamento che porteremo a Roma con Michetti sindaco - dichiara il deputato FDI Federico Mollicone - ci dissociamo fortemente dagli attacchi alle forze dell'ordine e alla sede della CGIL, attacchi vigliacchi di estremisti ben noti al Viminale e criminali abituali arrestati per spaccio di sostanze stupefacenti. Lamorgese si dimetta per manifesta incapacità. Deve far riflettere se migliaia di persone si radunano per protestare per la difesa delle libertà personali e sul green pass."

Comunicato stampa

Neofascismo, Rampelli (VpC-Fdi): Tensione a orologeria, il Pd pretende di governare Roma... Lamorgese si dimetta


"Come un orologio, in piena campagna elettorale, si comincia a parlare di fascismo, agenti provocatori spiano gente di destra per tre anni e mandano in onda le conclusioni in tv a pochi giorni dal voto, le manifestazioni di piazza di gente perbene vengono infiltrate da neofascisti ben noti al Viminale e degenerano in scontri, le forze dell’ordine paiono improvvisamente impreparate e commettono errori plateali nella gestione della protesta contro il Green pass, la sede della CGIL viene vigliaccamente presa d’assalto, stanotte anche quella storica di FDI nel quartiere Garbatella per ritorsione, in pieno silenzio elettorale è stata preannunciata una manifestazione nazionale di tutte le sinistre. Cosa succede, sta forse scoppiando la guerra civile? No, tranquilli, tra dieci giorni sarà tutto finito. Succede “solo” che la sinistra sta per perdere le elezioni nella Capitale e il sistema di potere che ha messo in piedi non può consentirlo. Fallirebbe il processo di disarticolazione del centrodestra e conseguentemente nel 2023 vinceremmo le elezioni politiche. Dopo il governo della Raggi devono per forza tornare alla guida della Capitale, lo vuole il sistema, lo vogliono le banche, la finanza, le cooperative rosse, il circuito milionario dell’accoglienza, i centri sociali, Sant’Egidio, i salotti buoni e l’aristocrazia decadente. Non lo vuole il popolo, ma nella democrazia italiana il popolo non conta né decide e, se si appresta a farlo, deve succedere qualcosa di eclatante, si muovono come un sol uomo la ma9gistratura, la stampa, le tv, i sindacati, i poteri forti. Di fronte a questo quadro volutamente destabilizzato, il min. Lamorgese deve dimettersi. Se il popolo sta per far vincere Michetti a Roma gli ‘illuminati’ devono ‘educarlo’ prima che commetta errori…". È quanto scrive il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia sulla sua bacheca Facebook.

123 visualizzazioni0 commenti