top of page

I nuovi appuntamenti di Roma Culture dal 30 dicembre 2022 al 10 gennaio 2023

Gli appuntamenti di Roma Culture proseguono all’insegna delle festività natalizie. La Capitale si prepara ad accogliere il nuovo anno con la seconda edizione di Roma Capodarte il 1° gennaio. Da non perdere, inoltre, le iniziative della Festa della Befana di Roma a piazza Navona. Continuano gli eventi promossi dalle istituzioni culturali cittadine mentre è in chiusura Contemporaneamente Roma 2022, la stagione dedicata ai linguaggi più innovativi della cultura contemporanea proposti dalle associazioni vincitrici dell’avviso pubblico triennale. È tuttora in corso, infine, la programmazione di PPP 100 - Roma racconta Pasolini, dedicata alla celebrazione del centenario pasoliniano. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito culture.roma.it,culture.roma.it/romacapodarte e culture.roma.it/pasolini100roma e sui canali social di @cultureroma.

Ecco alcuni degli appuntamenti della settimana.

ROMA CAPODARTE 2023

Il 1° gennaio al via la seconda edizione di Roma Capodarte. Dalle 11 del mattino fino a sera, oltre 70 appuntamenti tra concerti speciali, visite guidate, spettacoli, letture ed eventi per bambini e famiglie in musei, teatri, cinema, biblioteche e altri spazi della città straordinariamente aperti al pubblico. Il programma è promosso dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, con il coordinamento del Dipartimento Attività Culturali, in collaborazione con Biblioteche di Roma, Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali e le istituzioni del Tavolo tecnico per la produzione culturale contemporanea:Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Associazione Teatro di Roma, Azienda Speciale Palaexpo, Casa del Cinema, Fondazione Musica per Roma, Fondazione Romaeuropa, Teatro dell'Opera di Roma e poi ancora Accademia Filarmonica Romana, Nuovo Cinema Aquila e Municipio IX. Supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura. La lista completa degli eventi e tutte le informazioni su orari e modalità di accesso sono disponibili su www.culture.roma.it/romacapodarte, allo 060608 oppure sui profili social con #romacapodarte2023

FESTA DELLA BEFANA DI ROMA

Da non perdere a piazza Navona gli appuntamenti della Festa della Befana di Roma. Prosegue la mostra Territorio proposta da Palazzo delle Esposizioni e a cura dello Studio Kene Roma. L’esposizione presenta fotografie di Mohamed Keita, Aboubacar Kourouma e Studio Kene Roma. Un viaggio per immagini attraverso la città, nel suo evolversi pur rimanendo sempre invariata, e in particolare del quartiere Esquilino, con la sua multiculturalità, il dinamismo e gli stili di vita differenti. Questa settimana la mostra sarà visibile al pubblico dal 30 dicembre all’8 gennaio dalle ore 12 alle ore 18. Sono previsti inoltre due workshop fotografici di Street Photography: il 4 gennaio con Martina Valente e il 6 gennaio con Vanshika Agrawal. Entrambe le attività sono in programma alle ore 14.30; gratuiti, con prenotazione obbligatoria alla mail comunicazione@pianoterra.net.

Tante, inoltre, le attività nello stand delle Biblioteche di Roma che accompagnano queste giornate natalizie con un ricco programma di letture, laboratori, spettacoli e attività. Tra le proposte in calendario, si segnalano:

il 30 dicembre, per il pubblico dai 4 ai 10 anni, l’appuntamento dal titolo Viaggio sulla luna… letture di un altro mondo! (ore 17.30);

il 31 dicembre c’èNatale in favola!, spettacolo di burattini a cura della compagnia Il flauto magico (ore 16).

Il 1° gennaio da non perdere il laboratorio Ridi che è meglio… disegniamo un fumetto! (ore 17.30);

il 2 gennaio è in programma Occhio ai Pirati!, storie di arrembaggi e gioco di osservazione per bambini dai 4 ai 10 anni (ore 16);

il 3 gennaio l’associazione Informad’Arte propone La Mela di Magritte, laboratorio di collage surrealista (ore 16);

il 4 gennaio c’è SOS LIBRI: storie per imparare a curare i libri e diventare dottori delle storie per bambini dai 4 ai 10 anni (ore 11);

il 5 gennaio appuntamento con lo spettacolo Il fantastico Jully e le sue filastrocche! (ore 11). In chiusura,

il 6 gennaio, i piccoli lettori dai 4 ai 10 anni potranno partecipare alle letture con laboratorio Arriva la Befana! Storie per conoscerla meglio(ore 16) e Storie senza carbone…, storie caramellose e di dolcetti (ore 17.30). Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

TEATRO E DANZA

Per la stagione di Balletto del Teatro dell’Opera di Roma, il 30 e 31 dicembre sul palco del Teatro Costanzi, ultime repliche delDon Chisciotte di Laurent Hilaire diretto dal M° David Garforth. Tratto dal romanzo di Miguel de Cervantes, il balletto in tre atti è presentato con i costumi disegnati da Francesco Zito ed eseguito su musica di Ludwig Minkus. Tutta la briosità, il vigore, l’allegria e il romanticismo di questa versione sono affidati all’interpretazione di ospiti internazionali. Nel ruolo di Kitri: Iana Salenko il 30 dicembre (ore 20), Susanna Salvi il 30 dicembre(ore 15) e Rebecca Bianchi il 31 dicembre. Nel ruolo di Basilio: Alessio Rezza il 30 dicembre (ore 15) e Osiel Gouneo il 30 (ore 20) e 31 dicembre. Spettacoli: venerdì alle 15 e alle 20; sabato alle 18. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Per Musica per Roma prosegue la programmazione di Natalè Auditorium all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. Il 31 dicembre Edoardo Leo sarà sul palco della Sala Santa Cecilia con Ti racconto una storia (letture serie e semiserie), reading-spettacolo, con musiche di Jonis Bascir, basato su appunti, suggestioni, letture e pensieri che l’attore e regista romano ha raccolto dall'inizio della sua carriera a oggi (ore 22). Dal 3 all’8 gennaio torna il circo contemporaneo con la rassegna OPS! che propone una serie di spettacoli alle ore 18: Circo Suite (3, 4 e 5 gennaio), Nuova Barberia Carloni (6 gennaio) e L’uomo calamita (7 e 8 gennaio). Biglietti online suhttps://www.ticketone.it.

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Grande il 30 dicembre ultima replica de Il riformatore del mondo di Thomas Bernhard, portato in scena da Glauco Mauri e Roberto Sturno con Federico Brugnone, Stefania Micheli e Zoe Zolferino per la regia di Andrea Baracco e con le musiche di Vanja Sturno. La storia di un antieroe misantropo e raggelante che, dal profondo della sua casa/bunker, disprezza il mondo e i suoi abitanti. Il 4 e 5 gennaio arriva La vita al contrario. Il curioso caso di Benjamin Button ispirato all’omonimo romanzo di F. S. Fitzgerald, che compie 100 anni dalla prima pubblicazione. Lo spettacolo è una elaborazione teatrale di Pino Tierno, con la regia di Ferdinando Ceriani e con Giorgio Lupano ed Elisabetta Dugatto. Nato ottantenne nel corpo di un bambino, Nino Cotone vive (ma solo nell’aspetto) una vita inversa. Vittima di un curioso scherzo del destino, affronta l’infanzia come se fosse un anziano e la vecchiaia come se fosse un bambino. In questo adattamento teatrale la vicenda si svolge in Italia, dall’Unità ai primi Anni Settanta, ripercorrendo parte della storia del nostro Paese. Il 10 gennaio inaugura I manoscritti non bruciano, testo e regia di Alessandra Chieli, con Emilio Barone, Alessandra Chieli, Anton de Guglielmo e Francesco Petti. La pièce è frutto di un lungo lavoro di ricerca e indagine intorno al romanzo Il Maestro e Margherita di M. A. Bulgakov nel quale l’autore russo si interroga sul confine tra il bene e il male, sulla possibilità di immaginare un mondo senza ombre. Da qui la consapevolezza che il romanzo contenga in sé, profeticamente, tutte le sfide del contemporaneo, che, come in ogni opera d’arte immortale e senza tempo, si intuiscono tra le righe e arrivano al nostro io più profondo seguendo strade invisibili. In sala Piccola invece, dal 4 al 7 gennaio, la Compagnia Linea di Confine presenta Le regole del gioco, per la regia di Roberto Belli, con Marco Aceti e Sara Colelli. La rappresentazione, che ha le parvenze di un thriller, mette in scena la storia di un uomo e una donna il cui amore nel tempo si è trasformato in rancore, disprezzo, odio viscerale. Spettacoli ore 21. Biglietti online su https://www.vivaticket.com.

Al Museo delle Mura, per Natale nei Musei promosso dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, il 5, 6, 7 e 8 gennaio alle 11 e alle 12.30 verrà eseguita la performance Sogno creatore a cura del Teatro di Roma con il collettivo Bluemotion e ideato da Giorgina Pi. Lo spettacolo, tratto dal libro Il sogno creatore di Maria Zambrano, offrirà un’indagine del rapporto tra mondo onirico, scrittura e musica, attraverso un viaggio magnetico in cui il “suono” di Valerio Vigliar guiderà lo spettatore dalla musica concreta allo spoken word per arrivare alla forma canzone, passando dalla “voce/corpo” di Sylvia De Fanti che genera la potenza della performance. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

MUSICA

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Grande, l’8 gennaio alle 17.30 Romadimoda presenta R’n’b & Soul Music Show, il nuovo progetto di Alessandra Procacci (voce) che accompagnata da tre straordinari musicisti, Stefano Suale (batteria), Francesco Favari (basso) e Francesco Raucci (chitarra), in un’atmosfera blues, soul e r’n’b insieme a qualche sfumatura rock, racconterà come è nata la passione per la black music e quali sono i cantanti e le band che hanno segnato il suo percorso artistico. Uno spettacolo emozionante, travolgente e pieno di ritmo, un groove da lasciare senza fiato con un repertorio che parte dagli anni ’50 fino ad arrivare ai giorni nostri, con brani che hanno segnato la storia della musica. A fine spettacolo brindisi augurale con il pubblico. Biglietti online su https://www.vivaticket.com.

Per Musica per Roma tanti appuntamenti in musica con Natalè Auditorium all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. Nel Teatro Studio Borgna protagonista è Tosca con il suo Morabeza Rendez-vous (31 dicembre ore 22 e 1° gennaioore 18). In Sala Sinopoli, appuntamento con Nate Martin & S.I.G.N (nell’ambito della rassegna Roma Gospel Festival, 30ore 21 e 31 dicembre ore 22) e il Fabrizio Bosso Quartetspecial guest Nico Gori con We Wonder, l’omaggio al genio musicale di Stevie Wonder (7 gennaio ore 21). In Sala Santa Cecilia si esibiranno invece Daniele Silvestri (30 dicembre ore 21) e Marco Masini (9 gennaio ore 21). In Sala Petrassi appuntamento con Nicola Piovani e La musica è pericolosa (31 dicembre ore 22 e 1° gennaio ore 18) ed Enzo Avitabile con Peppe Servillo (2 gennaio ore 21). Immancabile anche quest’anno La Chiarastella (5 ore 21 e 6 gennaio ore 18), il progetto di e con Ambrogio Sparagna e OPI – Orchestra Popolare Italiana. Per il ciclo Lezioni di ascolto, inoltre, il 10 gennaio alle 21 Giancarlo Valletta e Giulio Salvionipresenteranno la lezione Streaming: passione per la musica.Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Alla Casa del Jazz, per il nuovo ciclo di incontri Il repertorio del jazz italiano: un tesoro, l’8 gennaio alle 11 Luigi Onori presenterà il percorso sintetico di Enrico Intra. La sera invece, alle 21, il quartetto Rumours, composto da Maurizio Giammarco (sassofoni), Fulvio Sigurtà (tromba), Riccardo Del Fra (contrabbasso), Ferenc Nemeth (batteria), presenterà le sue nuove composizioni originali. Biglietti online suhttps://www.ticketone.it.

All’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, il nuovo anno dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia si inaugura il 5 gennaio alle ore 19.30 (repliche il 7 e l’8 gennaio alle 18) con Il Concerto per il Nuovo Anno che vedrà il ritorno, sul podio dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, di Jakub Hrůša, per il primo dei tre concerti che dirigerà nel corso della stagione 2023. Ad affiancare il Direttore sarà la pianista Beatrice Rana. Il concerto verrà aperto dalla celebre Ouverture del Franco cacciatore di Carl Maria von Weber, eseguita per la prima volta a Berlino nel 1821. Beatrice Rana eseguirà il Concerto per pianoforte di Robert Schumann presentato per la prima volta a Lipsia nel gennaio 1846. Nella seconda parte del concerto risuonerà la Sinfonia n. 7 di Beethoven. Il 9 gennaio alle 20.30, nella Sala Sinopoli, si terrà il concerto dei Violoncelli dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia con Kian Soltani(violoncello) e Giuliana Gianfaldoni (soprano). Verranno eseguite, tra le altre, musiche di Chesnokov, Vivaldi, Piatti, Strauss, Sollima e di Gardel, Villa-Lobos, Bacharach e Piazzolla. Il concerto sarà trasmesso in diretta su Rai Radio Tre. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Nell’ambito di Natale nei Musei promosso dallaSovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, i giovani artisti della Roma Tre Orchestra Ensemble si esibiranno in una serie di concerti gratuiti, dalla grande musica classica a suites di musiche da film nei due spazi museali di Villa Borghese: il 30 dicembre alle 12 presso il Museo Carlo Bilotti i pianisti Francesco Micozzi e Valerio Tesoro, si esibiranno in Una sinfonia di pace su musiche di G. Mahler, mentre il 6 gennaio alle 12 al Museo Pietro Canonica l'ensemble composto daLorenzo Rundo (viola), Angelo Santisi (violoncello), Nicola Memoli (contrabbasso) e dai violinisti Matteo Morbidelli, Federico Morbidelli e Federica Sarracco eseguirà il concertoOmaggio al Cinema con brani tratti da film composti da grandi maestri, tra cui Ennio Morricone, Nino Rota, Trevor Jones, Rachel Portman, John Williams, Armando Trovajoli e Nicola Piovani. Infine, l’8 gennaio alle 12, ancora al Museo Carlo Bilotti, Lorenzo Rundo (viola), Angelo Santisi (violoncello), Matteo Bevilacqua (pianoforte) e i violinisti Leonardo Spinedi e Hinako Kawasaki si esibiranno in A Ceremony of Carols, una suite di canti di Natale di L. Perosi. Ad accogliere invece i visitatori il 6 gennaio alle 11 nel cortile di Palazzo Braschi sarà The OrkEXtra, orchestra giovanile del I Municipio di Roma, diretta dal M° Maurizio Schifitto e formata da ex alunni provenienti da scuole medie a indirizzo musicale.

ARTE

Fino all’8 gennaio, ogni sera dalle 18 alle 24, sull’esterno di una delle cupole dell’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone è visibile EYES WITH EYES. Riflessi futuri dell’artista tedesco Arthur Duff, un’installazione di luci, colori e parole ispirate all’energia a completamento del progetto Giro d’Italia 2022 e come omaggio per i 60 anni di Enel. La proiezione di luce, metaforica possibilità di un viaggio nel mondo dell’informazione come movimento di energia conoscitiva, si fa impronta fuggevole, tra bidimensionalità e tridimensionalità, in dialogo con l’architettura.

Fino all’8 gennaio, nello spazio Auditorium Arte, prosegue anche l’esposizione Scandalosamente bello. Il Centro di chirurgia pediatrica di EMERGENCY in Uganda che racconta l’ideazione, la costruzione e le attività dell’ospedale di Entebbe progettato dall’architetto Renzo Piano. Curata da Paola Fortuna, la mostra presenta, attraverso materiale d’archivio e le fotografie di Marcello Bonfanti, l’ospedale e le storie del personale medico che vi lavora e le testimonianze dei primi pazienti curati (ingresso libero dal lunedì al venerdì 17-21; sabato e domenica 11-21; 31 dicembre 11-18; 1° gennaio 15-21). Continua, inoltre, l’installazione sonora Ondine proposta dall’artista toscano Massimo Bartolini e a cura di Anna Cestelli Guidi (ingresso libero tutti i giorni dalle 12 alle 18).

Al MACRO queste le mostre in corso: Rome is still falling presenta un nucleo di venti opere di Robert Smithson, realizzate tra il 1960 e il 1964, molte delle quali sono presentate al pubblico per la prima volta (fino al 21 maggio 2023). Pendio piovoso frusta la lingua è la personale di Diego Perrone che unisce opere degli ultimi vent’anni di produzione dell’artista italiano con cinque nuovi lavori: due opere/display, una distorsione dello spazio, un video e una serie fotografica (fino al 19 marzo 2023). La compositrice e artista del Kuwait Fatima Al Qadiri presenta invece la sua sperimentazione sonora conIsekai: la sala per l'ascolto del museo offre un percorso attraverso la sua produzione, dagli esordi alle collaborazioni con il cinema (fino al 19 marzo 2023). Hanuman Books 1986-1993 è dedicata alla casa editrice fondata nel 1986 dall’artista Francesco Clemente e dall’editor e curatore Raymond Foye, che presenta l'intero catalogo delle pubblicazioni insieme a una selezione di materiali di archivio (fino al 12 marzo 2023). Il mondo del graphic design è rappresentato dalla mostra Deep Publishing di Åbäke, il collettivo transdisciplinare fondato a Londra nel 2000 da Benjamin Reichen, Kajsa Ståhl, Maki Suzuki e Patrick Lacey (fino al 12 marzo 2023). Infine conPhilippe Thomas declines his identity viene offerto un ritratto articolato dell'artista francese Philippe Thomas (1951-1995) e della sua ricerca sul concetto di autorialità (fino al 5 marzo 2023). Tutte le mostre sono a ingresso gratuito e visitabili dal martedì al venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19; il 31 dicembre ore 10-16; il 1° gennaio ore 16-19; il 2 gennaio ore 12-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Al Mattatoio prosegue la mostra di Jonas Mekas Images Are Real: nel centenario dalla nascita del regista e teorico, un progetto espositivo a cura di Francesco Urbano Ragazziallestito nel Padiglione 9b con un'ampia selezione delle sue opere cinematografiche che va dagli anni ‘60 alla fine degli anni ’10 del nostro secolo, dentro e oltre la storia del cinema d’avanguardia. La mostra si propone di leggere il lavoro del filmmaker lituano come una forma di resistenza alla brutalità umana, una ricerca della felicità attraverso cui affrontare l’incertezza del presente. Nel Padiglione 9a è invece in corso la mostra Roma: William Klein - Plinio De Martiis, a cura di Daniela Lancioni eAlessandra Mauro, incentrata sulla Roma degli anni ’50 e che mette a confronto lo sguardo di William Klein, acclamato fotografo di fama mondiale, e quello di Plinio De Martiis, leggendario gallerista romano, che da giovane abbracciò la professione di fotografo con risultati sorprendenti. Entrambe le mostre sono visitabili fino al 26 febbraio 2023. Orari: dal martedì alla domenica dalle 11 alle 20; il 31 dicembre 11-16.00; il 1° gennaio 16-20; il 2 gennaio 11-20; ultimo ingresso un’ora prima. Biglietti su https://ecm.coopculture.it.

Negli spazi della stazione metro Cavour si conclude il 31 dicembre il progetto Art Stop Monti prodotto da Nufactory. Ultimi giorni quindi per poter ancora vedere l’opera site-specific di Ciao Discoteca Italiana, ultimo dei cinque artisti selezionati per questa edizione dedicata al tema Futura che ha visto gli artisti interrogarsi sul futuro ripartendo dall'essere umano e dalla sua condizione nel mondo attuale. Info su www.artstop.it.

Al Palazzo delle Esposizioni, per la seconda edizione della rassegna Mostre in mostra, fino al 26 febbraio 2023 è in corso, a cura di Daniela Lancioni, l’esposizione intitolata Mario Merz. Balla, Carrà, de Chirico, de Pisis, Morandi, Savinio, Severini che venne allestita alla Galleria dell’Oca di Roma il 15 marzo del 1978. Una mostra nata dalla collaborazione tra Luisa Laureati Briganti, fondatrice della storica Galleria, e i galleristi Luciano Pistoi e Gian Enzo Sperone. Riconosciuta dai testimoni e dagli studiosi come una pietra miliare nella storia delle esposizioni contemporanee, la mostra colpisce per l’accostamento, all’epoca considerato spregiudicato, tra i lavori di Mario Merz – esponente di spicco della neoavanguardia che aveva minato tecniche e processi tradizionali dell’arte – e i dipinti dei maestri del Novecento italiano. Il sabato alle ore 18 e domenica alle ore 12.30 è possibile partecipare alle visite guidate a cura di Coopculture (per un massimo di 25 persone) con un supplemento al prezzo di ingresso. Prenotazioni e biglietti su https://ecm.coopculture.it. La mostra è visitabile da martedì a domenica ore 10-20; il 31 dicembre ore 10-15; il 1° gennaio ore 16-20; il 2 gennaio ore 10-20. Ingresso fino a un’ora prima della chiusura.

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, si segnala che il 31 dicembre i Musei Civici saranno aperti fino alle 14.


Il 1° gennaio saranno invece aperti, dalle 11 in poi con orario ordinario. Per i dettagli sugli orari consultare il sito www.museiincomuneroma.it. Fino all’8 gennaio proseguono gli eventi di Natale nei Musei, il tradizionale appuntamento delle festività con il suo ricco programma di mostre, eventi e attività didattiche. All’insegna dell’avventura è la Mystery Room - Album Bonaparte a cura del Teatro di Roma con Muta Imago, proposta al Museo Napoleonico il 30 dicembre e il 3 e 4 gennaio alle ore 15 e alle 16.30, per un pubblico giovane e curioso, appassionato di storia e misteri.

Al Planetario di Roma, tra i nuovi spettacoli appena inaugurati, al via La Notte Stellata: con gli astronomi del planetario, verranno passate in rassegna le stelle, le costellazioni e gli oggetti del cielo profondo come nebulose e galassie visibili in questo periodo nell'oscurità del cielo stellato. Spettacoli: il 30 dicembre, il 3, 4 e 10 gennaio alle 18; il 5 gennaio alle 11 e alle 17; il 6 e 8 gennaio alle 17. Biglietti online su https://museiincomuneroma.vivaticket.it.

Il 30 dicembre alle 11 al Museo Napoleonico visita guidata Tutte le famiglie felici sono uguali, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo. Il 31 dicembre alle 10.30 la visita Le mura di Roma: Porta San Sebastiano e il suo camminamento, che percorre un tratto delle Mura Aureliane che da Porta San Sebastiano arriva fino a Via Cristoforo Colombo.


Il 2 gennaio alle 11 è in programma la visita guidata Le mura di Roma da Porta Maggiore alla Basilica di Santa Croce in Gerusalemme, con un itinerario che si sviluppa lungo il tratto di Mura Aureliane compreso tra Porta Maggiore e la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme.

Il 3 gennaio alle 15 è prevista una visita guidata nel complesso edilizio antico di San Paolo alla Regola mentre il 4 gennaio alle 11 la visita A Natale tutti insieme ai Fori Imperiali! lungo un percorso privo di barriere architettoniche, mentre il Museo della Repubblica Romana ospiterà alle ore 11 la visita guidataCostruire l’Italia. Garibaldi e Mazzini a Roma nel 1849.

Il 5 gennaio sempre alle 11 sarà possibile scegliere fra le tre proposte: incontro per bambini Racconti all’Ara Pacis, visita di Natale ai Mercati di Traiano, compresa la mostra 1932. L’elefante e il colle perduto. Nella stessa data alle 17.30 alla Centrale Montemartini visita guidata, con interprete LIS, alla mostra Colori dei Romani. I mosaici dalle Collezioni Capitoline.


Il 6 gennaio alle ore 11 cittadini e turisti sono invitati a partecipare alla visita all’area archeologica del Teatro di Marcello, mentre il 7 gennaio alle 15 la Casa Museo Alberto Moravia ospiterà la visita guidata Nella Casa di Alberto Moravia.


Infine l’8 gennaio alle 11 al Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina la visita, con interprete LIS, Camicie rosse. Garibaldi e la tradizione garibaldina, un percorso tra Ottocento e Novecento e, nello stesso orario, al Museo dell'Ara Pacis la visita Racconti a matita al museo, per scoprire dettagli nascosti e particolari insoliti che sfuggono alla percezione. Sempre alle 11 possibilità di partecipare a un itinerario lungo il tratto di mura aureliane che da Porta del Popolo arriva a Porta Pinciana, appuntamento davanti la chiesa di Santa Maria del Popolo. Per tutti gli eventi, info e prenotazioni allo 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

INCROCI ARTISTICI

In chiusura Rebibbia Festival, il progetto de La Ribalta Centro Studi Enrico Maria Salerno che presso la Casa Circondariale Roma Rebibbia Nuovo Complesso ha proposto una pluralità di attività culturali rivolte alla popolazione detenuta. Dall’Auditorium di Rebibbia: Making of dello spettacolo La Formula di Grubler a cura di Laura Andreini con 20 detenuti-attori dei Reparti G8 e G11. Evento riservato alle persone detenute e disponibile in differita su www.enricomariasalerno.it dalle ore 20 del 30 dicembre. Dal 30 dicembre alle 18 saranno disponibili online due mostre virtuali. La prima è Captured!: 25 detenuti, guidati da Fabio Cavalli, Paolo Modugno e Gianluca Rame, hanno lavorato su un set digitale con la tecnica del Motion Capture sostituendo allo sfondo materiale del carcere un nuovo sfondo, virtuale, inteso come presagio di libertà (disponibile sulla paginaFacebook @teatroliberodirebibbia e su Artsteps.com). La seconda è Il mondo nuovo a cura di Alessandro De Nino eFabio Cavalli: mostra virtuale che raccoglie ed espone sulla piattaforma Artsteps.com disegni, storyboard, rotoscope e motion graphics realizzati dai detenuti impegnati nel laboratorioRebibbia digital Arts (disponibile anche sulle piattaforme social della manifestazione).

Si conclude anche 6 1 MITO, il progetto installativo a cura di Q Academy nato come esperienza in realtà aumentata site specific all’interno del quartiere Eur. Dopo Venere e Diana, protagonista di questa terza annualità sarà Minerva. Fino al 31 dicembre, attraverso un’App in realtà aumentata che trasforma lo smartphone in un “locative media”, ogni partecipante potrà “inseguire” la dea passeggiando nelle aree esterne aperte al pubblico intorno all’edificio della Nuvola di Fuksas (marciapiede fra viale Asia, viale Shakespeare e via Cristoforo Colombo). La piattaforma di realtà aumentata impiegata è gratuita (scaricabile al link https://61mito.unitear.com). Per informazioni: info@qacademy.it.

Ultime battute anche per La Zattera, progetto di Stalker tra ricerca artistica ed esplorazione urbana e sociale a cura diGiulia Fiocca e Lorenzo Romito. Presso lo spazio NoWorking (via dei Lucani 37), sarà aperta al pubblico fino al 31 dicembre la mostra LA ZATTERA. Alla deriva tra storie e immaginari della città invisibile (Roma 1870-2020): un “carico” delle storie, mappe e tracce, diviso in Itineraria, Memorabilia, Lapidaria e Fasti, raccolte negli ultimi tre anni in giro per la città con la Scuola di Urbanesimo Nomade e le tante e diverse realtà incontrate e che rappresentano, o sono testimoni, delle storie invisibili di Roma. Ingresso libero.

CINEMA

Alla Casa del Cinema, prosegue fino all’8 gennaio 13 giorni in festa. Un grande viaggio nelle città del mondo, la rassegna per trascorrere le festività in compagnia del grande cinema d’autore e dei due percorsi scelti per l’occasione. Nell’ambito del programma Nelle città del sogno / Grandi coppie, grandi storie d’amore si potranno vedere i film: La segretaria quasi privata di Walter Lang (30 dicembre ore 18.30), Quattordici giorni di Ivan Cotroneo (1° gennaio ore 18.30 – evento di Roma Capodarte con regista e cast in sala), La pazza gioia di Paolo Virzì (5 gennaio ore 16), Green card – Matrimonio di convenienza di Peter Weir (6 gennaio ore 16), Pretty woman di Garry Marshall (7 gennaio ore 16), Quasi amici di Olivier Nakache e Éric Toledano (8 gennaio ore 16). Invece, per il programma 9 passi nelle città reali / I festival di Casa del Cinema verranno proiettati i seguenti film: L’atleta – Abebe Bikila di Davey Frankel e Rasselas Lakew (1° gennaio ore 16), Storie dai boschi di castagne di Gregor Božič (2 gennaio ore 18.30), O que arde di Oliver Laxe (3 gennaio ore 18.30), Border – Creature di confine di Ali Abbasi (4 gennaio ore 18.30), Golden voices di Evgeny Ruman (5 gennaio ore 18.30), Redemption of a rogue di Philip Doherty (6 gennaio ore 18.30), Una vita con te di Erion Kame (7 gennaio ore 18.30), Il ritorno 2 di Niki Iliev (8 gennaio ore 18.30). Inoltre, sempre fino all’8 gennaio, si potrà visitare la mostra L’ONDA LUNGA. Storia extra-ordinaria di un’associazione, curata da Italo Moscati e Alessandro Rossetti e realizzata per celebrare i 70 anni di vita dell’ANAC – Associazione Nazionale Autori Cinematografici e raccontarne la storia e i suoi protagonisti attraverso un percorso espositivo ricco di fotografie, disegni, testi e inserti video interattivi. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Info su www.casadelcinema.it.

Al Nuovo Cinema Aquila proseguono le proiezioni di Whitney: Una Voce Diventata Leggenda (USA, 2022) di Kasi Lemmons;Le otto Montagne (Italia/Francia/Belgio, 2022) di Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch; EO (Polonia/Italia, 2022) di Jerzy Skolimowski (v.o sottotitolata in italiano) e The Fabelmans (USA, 2022) di Steven Spielberg a cui si aggiunge il film d’animazione Lo Schiaccianoci e il Flauto magico(Russia/Ungheria, 2022) di Georigi Gitis & Glukhusin. I biglietti sono acquistabili esclusivamente presso il botteghino del cinema. Info su https://www.cinemaaquila.it.

PPP100 ROMA RACCONTA PASOLINI

Per il progetto espositivo Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTOcoordinato e condiviso da Azienda Speciale Palaexpo di Roma, Gallerie Nazionali di Arte Antica e MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo che intendono celebrare, nelle rispettive sedi museali, la figura del regista, scrittore e artista, proseguono le tre mostre.

A Palazzo delle Esposizioni è visitabile fino al 26 febbraio 2023 Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico, a cura di Giuseppe Garrera, Cesare Pietroiusti, Clara Tosi Pamphili e Olivier Saillard (co-curatore per la sezione dedicata ai costumi). Un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto “corporeo” e inedito del grande intellettuale italiano. Al centro del percorso espositivo, lo spazio circolare della Rotonda di Palazzo delle Esposizioni è trasformato in una grande sala-lettura in cui sono presenti numerose edizioni di libri su e di Pier Paolo Pasolini liberamente fruibili dal pubblico. Dalmartedì alla domenica ore 10-20; il 31 dicembre ore 10-15; il 1° gennaio ore 16-20; il 2 gennaio ore 10-20. Ingresso fino a un’ora prima della chiusura. Biglietti online su https://ecm.coopculture.it.

Legata a Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico è anche la mostra in corso al MACRO fino al 19 febbraio 2023 dal titolo Pier Paolo Pasolini ed Ezra Pound. A Pact, a cura di Giuseppe Garrera. Il percorso espositivo ripercorre l’incontro televisivo tra Pasolini e Pound avvenuto nel 1967 come punto di arrivo di un percorso di odio, ripensamento e ricongiungimento. Una selezione di documenti storici, articoli di giornali e libri contestualizza l’evoluzione del rapporto tra i due ripercorrendo una storia di devozioni, dubbi, perplessità, considerazioni sul ruolo della poesia. La mostra è visitabile gratuitamente dal martedì al venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19; il 31 dicembre ore 10-16; il 1° gennaio ore 16-19; il 2 gennaio ore 12-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

A Palazzo Barberini, invece, fino al 12 febbraio si può visitare Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo veggente, mostra a cura di Michele Di Monte che esplora il ruolo determinante dell’ispirazione della tradizione artistica nel cinema e nell’immaginario figurativo pasoliniano. Il percorso espositivo, concepito come un “montaggio”, illustra il potere di sopravvivenza delle immagini trasfigurate dall’obiettivo poetico di Pasolini. Visitabile dal martedì alla domenica ore 10-19 (ultimo ingresso ore 18). Biglietti su https://www.ticketone.it. Fino al 5 febbraio 2023, ogni domenica alle ore 11, salvo le prime domeniche del mese, in programma visite guidate per adulti a cura di Si pArte! ASP.

Al MAXXI continua, inoltre, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo politico a cura di Hou Hanru, Bartolomeo Pietromarchi e Giulia Ferracci. In questa esposizione la chiave di lettura dell’opera pasoliniana è restituita attraverso le voci di artisti contemporanei le cui opere evocano l’impegno politico dell’autore e l’analisi dei contenuti sociali ispirati alle sue opere. L’esposizione è visitabile dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19, il 31 dicembre 11-16 e il 2 gennaio 11-19 (la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo). Biglietti online su https://maxxi.archeoares.it. In occasione della mostra, presentando in biglietteria un biglietto di Palazzo delle Esposizioni o delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini, si avrà diritto a un ingresso ridotto al Museo; la promozione è valida fino al 12 marzo 2023. KIDS

Tanti gli appuntamenti per bambini e famiglie offerti dalla manifestazione Natale nei Musei promossa dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Il 30 dicembrealle 10 ai Mercati di Traiano c’è Quest’anno… caccia al tesoro!. Per la chiusura dell’anno il Museo delle Mura propone due appuntamenti: il 30 dicembre alle 10 il laboratorio Frammenti mura, a caccia degli indizi per scoprire in modo divertente la storia di un monumento millenario; alle 16 è previsto l’incontro, con interprete LIS, Occhi sull’Ara Pacis, per sperimentare e utilizzare al meglio le potenzialità dello sguardo al Museo dell'Ara Pacis.

Il 31 dicembre alle 10, il Museo di Casal de’ Pazzi ospiterà la visita didattica, con interprete LIS, Uomini a confronto, per scoprire le specie che hanno popolato la Roma del Pleistocene, cui seguirà un laboratorio interattivo con calchi di fossili umani e antichi strumenti in pietra scheggiata. Il 2 gennaio alle 10.30 ai Musei Capitolini verrà proposta la caccia ai particolari delle opere nella Pinacoteca Capitolina nella visita, con interprete LIS, Aguzza la vista!.

Il 3 gennaio alle 10 ai Mercati di Traiano torna Quest’anno… caccia al tesoro!. Il 4 gennaio alle 10 al Museo di Casal de' Pazzi torna l’appuntamento con la tombola pleistocenica Ambo, Terno, Quaterna…rio!.


Il 5 gennaio alle 11 sarà possibile scegliere fra Racconti all’Ara Pacis, con letture su animali e gli elementi botanici rappresentati sull’Ara Pacis, e La tombola al Museo del Teatro Argentina, gioco con narrazione della storia della collezione; alle 16 poi, al Museo Napoleonico, visita-laboratorio Un biglietto d'altri tempi (riproposta anche il 7 gennaio sempre alle 16).


Ancora il 7 gennaio alle 16.30 al Museo di Zoologia si svolgerà il laboratorio Un Natale da scienziati: Alla scoperta degli animali polari. Infine, l'8 gennaio alle 15 alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi il laboratorio interattivo Sulle orme di Pasolini pittore e narratore e, a seguire, alle 16.30 al Museo di Zoologia i bambini saranno invitati a partecipare all’avventura zoologica Un Natale da scienziati: A caccia di tracce. Info e prenotazione 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19). Per queste festività al via anche i nuovi spettacoli del Planetario di Roma: con Il Dottor Stellarium e la stella del primo Natale, le famiglie con bambini, accompagnati da Gabriele Catanzaro nei panni del Dottor Stellarium, indagheranno sulla stella più famosa della storia, quella che inseguirono alcuni antichi astronomi per raggiungere la piccola Betlemme (spettacoli: 4 e 7 gennaio alle 12; 6 gennaio alle 12 e alle 18). E sempre in compagnia dello stravagante e divertente Dottor Stellarium, nello spettacolo Vita da Stella con il dottor Stellarium si andrà alla scoperta degli ammassi di giovani stelle intente a giocare tra loro, seguendo il loro evolversi fino alle ultime fasi di vita, dalle nebulose planetarie alle esplosioni di supernovae, dalle nane bianche alle stelle di neutroni, fino ad arrivare a schivare un immenso buco nero. Spettacoli: 4 gennaio alle 16; 6 gennaio alle 10; 7 gennaio alle 17. Biglietti online suhttps://museiincomuneroma.vivaticket.it.

Nelle Biblioteche di Roma prosegue il ricco programma di Natale in biblioteca, all’insegna della creatività, dei libri e del divertimento dedicato ai piccoli lettori. Tra gli appuntamenti si segnalano: il 3 gennaio alle 17 alla Biblioteca Casa dei Bimbi letture dedicate all’Epifania con La befana vien… per bambini di 3-6 anni. Il 5 gennaio alle 16 alla Biblioteca Galline Bianche appuntamento con La Befana vien di notte, evento speciale all’interno della Festa della Befana a Labaro, promossa dal Comitato di Quartiere di Labaro. In programma letture ad alta voce e piccolo laboratorio per bambini di 3-7 anni che potranno personalizzare con i propri desideri una calza di carta (max 15 bambini, consigliata la prenotazione: 06.45460451 - gallinebianche@bibliotechediroma.it); alle 17 invece alla Biblioteca Pier Paolo Pasolini letture a tema A scuola dalla Befana per bambini di 3-6 anni (prenotazioni: 06.45460521 -pasolini@bibliotechediroma.it).

Al Teatro di Villa Torlonia il 30 dicembre alle 18, per famiglie e bambini dai 10 anni in su, va in scena Il Minotauro di e con Roberto Anglisani, testo di Gaetano Colella, per la regia diMaria Maglietta con le musiche e le immagini di Mirto Baliani. Il labirinto, creato per difendere gli uomini dal Minotauro, ma anche il Minotauro dagli uomini, nello spettacolo diventa occasione per affrontare il tema della “diversità” e delle paure che essa genera. Colella ha immaginato un incontro tra il Minotauro e un Icaro ancora ragazzo. I due si incontrano grazie a un pallone lanciato per sbaglio da Icaro nel labirinto. Quando prova a recuperarlo, vede per la prima volta “Il Mostro” di cui tutti hanno paura. Ma Icaro non fugge e giorno dopo giorno impara a conoscere quell’essere rinchiuso, ascolta i suoi racconti e ne diventa amico fino a tentare di difenderlo da Teseo venuto per ucciderlo. Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

Nella Sala Squarzina del Teatro Argentina fino al 6 gennaio la Piccola Compagnia del Piero Gabrielli rinnova l’appuntamento con Storie di Natale, per perdersi tra pagine incantate, ascoltare e raccontare storie e canzoni tenute insieme dallo spirito delle festività natalizie. Le letture drammatizzate dalla regia e l’adattamento di Roberto Gandini, prenderanno vita per la gioia dei più piccoli che, insieme al pubblico dei più grandi, potranno lasciarsi rapire da un universo magico di fiabe, esaltate dalle musiche di Roberto Gori ed eseguite dal vivo da Flavio Cangialosi. Tessere di un suggestivo mosaico di brani che raccoglie le più belle pagine di Gianni Rodari, poeta della fantasia oltre le parole, tra cui le favole L’aeroplano di Capodanno, Voglio fare un regalo alla Befana, Il Mago di Natale,Allarme nel presepio e tante altre; a cui si accordano novità come il testo inedito di Bernard Friot intitolato Babbonatale.com e il racconto di Andrea Valente Una strana lettera a Babbo Natale, oltre all’improvvisazione di alcune storie insieme al pubblico per scoprirne altre, ogni giorno diverse, seguendo il canone rodariano della Grammatica della Fantasia. Parole e immagini, legate assieme da una trama giocosa di visioni, suoni, ricordi ed emozioni, si trasferiscono dalla pagina scritta alla scena teatrale attraverso l’interpretazione di un quintetto di attrici e attori Francesca Astrei, Teresa Campus, Gabriele Ortenzi, Fabio Piperno e Danilo Turnaturi – che coinvolgeranno spettatori di ogni età con ironia e fantasia, dando voce a un caleidoscopio di storie e personaggi raccontati (e riscoperti) da maestri e scrittori dell’immaginazione. Per bambini dai 4 anni in su e famiglie. Spettacoli: 30 dicembre e 3, 4, 5, 6 gennaio alle 17. Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

All’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, nel Teatro Studio Borgna, arrivano due spettacoli per ragazzi e famiglie, realizzati in collaborazione con il Globe Theatre, Riccardino III, età consigliata 4-11 anni (4 e 6 gennaio ore 16, 5, 7, 8 gennaio ore 11) e Johnny Fatstaff e le perfide Cheerleader di Windsor, età consigliata 6-13 anni (5, 7, 8 gennaio ore 16, 6 gennaio ore 11). Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Ancora all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, nella Sala Santa Cecilia, il 6 gennaio alle 16 si terrà lo spettacolo musicale La Befana vuol suonare che vedrà la JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretta da Simone Genuini, eseguire brani di Beethoven, Mascagni, Ravel, Strauss e altri. È il 6 gennaio e la Befana ha lavorato tutta la notte per portare i suoi doni a tutte le bambine e i bambini, ma adesso è davvero stremata. Ce la farà a trovare la giusta carica per ripartire con la sua scopa? Ad aiutarla ci penseranno i giovani musicisti della JuniOrchestra supportati dai bambini e dalle bambine presenti che riceveranno un piccolo omaggio per suonare insieme alla JuniOrchestra. Per bambini dai 3 anni in su, biglietti online su https://www.ticketone.it.

Il 6 gennaio il Teatro Villa Pamphilj invita bambini e famiglie a festeggiare l’arrivo della simpatica vecchina partecipando alla manifestazione, a ingresso libero, La Befana di Villa Pamphilj. L’evento, organizzato in collaborazione con il Vivì Bistrot e il Teatro Verde, prevede alle 10.30 Vieni al Vivì di VIlla Pamphilj con una calza vuota!, alle 11 lo spettacolo teatrale all’aperto Il circo in valigia e alle 12 Arriva la Befana che per magia riempirà le calze dei bambini!. Info: scuderieteatrali@gmail.com – 06.5814176.

Al Teatro Tor Bella Monaca, il 6 e 7 gennaio alle 17 per bambini dai 4 anni in su, la Compagnia Teatrale Giù di Su per Giù presenta lo spettacolo Cercasi Befana!, con la regia, i costumi e la scenografia di Giorgio Volpe, con lo stesso Volpe, Camilla Bianchini, Gisella Cesari e la voce di Marina Locchi. Musiche originali di Paolo Sante Salvatori e illustrazioni di Anita Perlini. Cosa accadrebbe se a pochi mesi dall’Epifania, la Befana decidesse di andare in pensione? Bisognerebbe, e molto in fretta, trovarne una nuova che sappia anche volare sulla scopa per salvare la festa dei bambini. Biglietti online suhttps://www.vivaticket.com

Al Palazzo delle Esposizioni, l’8 gennaio alle 11, nell’ambito della mostra Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO, sesto appuntamento con Costumi di scena, il percorso animato in mostra con laboratorio per ragazze e ragazzi dai 7 agli 11 anni. Un’attività per familiarizzare con manichini, cartamodelli, stoffe e passamanerie, e realizzare in piccolo un costume di scena. Per info: laboratoriodarte@palaexpo.it. Prenotazione: https://ecm.coopculture.it.


TUTTE LE INFO SU CULTURE.ROMA.IT CULTURE:ROMA.IT/ROMACAPODARTE E SUI SOCIAL DI ROMA CULTURE: FACEBOOK: facebook.com/cultureroma INSTAGRAM: instagram.com/cultureroma TWITTER: twitter.com/culture_roma

9 visualizzazioni0 commenti
bottom of page