Il Pop in tutte le sue forme, a Ostia

Incontriamo Marinella Mendola, direttrice della galleria FormaPop


Benvenuta su Plusnews, Marinella, descriviti brevemente ai nostri lettori.

Salve a tutti, sono Marinella Mendola, nata e cresciuta in Sicilia, essenzialmente a pane e arte. Fin dalla più tenera età ho frequentato botteghe d'arte di pittura, scultura su pietra e legno, ero una bimba poi adolescente, con tanta voglia di padroneggiare ogni tecnica artistica, fino a approdare all'accademia di Belle Arti di Catania.


Ostia, scelta suggestiva. Una città nella città. Lontana dai circuiti convenzionali dell'arte. Una scelta che cela in sé tanti rischi e altrettante opportunità, da siciliana come ti ci trovi?

Come tu sai, mi sono trasferita ad Ostia poco prima del lockdown 2020 e, dopo un primo periodo necessario per ambientarmi, ho avviato qui a Ostia il progetto FormaPop. Una galleria d'arte inconsueta per questa zona di Roma. Non sono nuova alle "sfide culturali". In Sicilia, con alcuni collaboratori, abbiamo aperto e gestito una tenuta storica di grande prestigio, Palazzo Beneventano in provincia di Siracusa, organizzando eventi culturali (mostre, teatro, musica, workshop didattici, presentazioni di libri) realizzando cosi un grande polo culturale sul territorio. Un esperienza che desidero riproporre in piccolo anche qui. Credo che Ostia, appunto perché lontana dai circuiti convenzionali dell'arte, sia il luogo adatto in cui organizzare eventi espositivi fuori dalla logica del "tipico evento". L'idea è far diventare il contenitore della mostra anch'esso contenuto. Sarà un pensiero forse, tramontato ma non credo nell'azione artistica fine a se stessa, per me l'arte deve trasportare con se valori di trasformazione interiore, svelare la differenza fra vedere e guardare. Appunto per questo gli artisti che rappresento sono artisti che trattano tematiche attue al cambiamento. Mi chiedi come mi trovo a Ostia, vedi, io penso che non importa dove sei, ma chi sei, se trasporti valori essi ti seguiranno in ogni luogo...quindi considero Ostia come se mi fosse appartenuta da sempre.


Che effetto sta suscitando FormaPop?

Devo ammettere che gli ostiensi fin dall'apertura hanno reagito positivamente e con entusiasmo all'idea FormaPop.


Presentaci gli artisti che rappresentate. Fra gli artisti rappresentati dalla galleria Formapop oltre a Lidia Bachis, che ha dato il via alla stagione espositiva con la mostra "Dark Bedtime Stories" ancora in corso fino al 21 aprile, potete trovare Marie Claire Delamichelle, artista multimediale con la sua opera d'arte Avatar OOmm, Omino 71 street artist conosciuto da anni sul territorio, Easypop che fra il serio e faceto resuscita l'arte classica strizzando l'occhio all'ironia, Giuseppe Fontana con le sue famiglie ammaccate ma sempre famiglie sono, ed altri che non ti svelerò ma posso anticiparti che ci attende un'estate movimentata dentro e fuori la galleria. Inoltre, in galleria troverete "chicche" interessanti come libri e cataloghi d'arte da collezionare, fumetti rari americani ed italiani in prima edizione, manifesti cinematografici autografati, giochi antichi e piccole curiosità appartenenti al mondo dell'arte come i tarocchi di Salvador Dalì o una piccola collezione su Banksy. In galleria inoltre sarà possibile anche imparare a dipingere. È già attivo il corso di pittura aperto a tutte le età e capacità con "metodo esperienziale" che, attraverso la narrazione della vita dell'artista, ti trasporta nella sua tecnica pittorica. E da ultimo ma non meno importante c'è il servizio per gli amanti della lettura reso gratuitamente alla comunità, una volta al mese c'è l'incontro Gdl gruppo di lettura ad indirizzo artistico...voi leggete ed io vi svelo i retroscena! Vi aspetto in via delle Sirene 72-76 Ostia Lido Tel.06 295993



75 visualizzazioni0 commenti