La concezione pittorica e il Sogno al centro della videoconferenza di Giancarlo Montuschi


Oggi, ore 16 Giancarlo Montuschi sarà ospite dello Spazio "Incroci Mediterranei", N. 38 da un'idea di Maurizio Vitiello, a cura del giornalista Giuseppe Cotarelli, direttore de “Le Sociologie”. Interventi del moderatore Maurizio Vitiello, sociologo, scrittore, critico d'arte, articolista. La conferenza sarà seguibile sulle bacheche FB di tutti i personaggi coinvolti e ruoterà intorno alla figura dell’artista focalizzandosi su uno dei suoi stilemi maggiormente rappresentativi: il sogno.

Artista faentino, da tempo trapiantato nella bassa Toscana è tra i nomi più riconosciuti della Pop Art italiana Pittore,,ceramista-scultore di vaglia, si esprime con un linguaggio ingenuo, fiabesco, e sostanzialmente fantastico, con venature alchemico-esoteriche.

La diffusione dell’arte che si evolve ma soprattutto si adatta alla contingenza di questo tempo, nelle parole dell’artista: “Ho aderito a questa video conferenza in quanto credo, visti i tempi, sia importante percorrere la via del web per la diffusione e la vendita dell’Arte.

La conferenza toccherà spesso la dimensione del sogno, fin da ragazzo ho sempre sognato di poter stare nel mio studio tutto il tempo e da qui con un mezzo unico diffondere il mio lavoro spostandomi solo per mostre veramente importanti non sottraendo tempo al lavoro che più amo, dipingere.”

La matrice pop che si combina con la Metafisica e il Surrealismo come punti cardinali della sua estetica: “l’Arte curva su se stessa” "Gli esperti hanno esplorato la possibilità di macchine del tempo “matematiche” sin dagli anni ‘50 e la mia ultima ricerca ”pittorica” va in questa direzione... l’Arte non ha tempo...come il sogno!”

78 visualizzazioni0 commenti