top of page

Nevrosi. L’autoanalisi regressiva e divertente di Francesca Nunzi

Il 25 e 26 febbraio al Barnum seminteatro alla Garbatella. Per ridere e ritrovarsi.

“Il mio Nèvrosi è diverso!

È il viaggio di una mente che cambia!

Non è il mio solito monologo brillante, ma una storia che la protagonista racconta con continui rimandi al passato, un’ altalena di emozioni scandite da capitoli di vita scritti alla lavagna!

La scoperta di un mondo a quadretti per la mia Giulia Andreis e per me una nuova sfida!

In Nèvrosi c’è un’attrice in scena.

Giulia è una donna discalculica che patisce i numeri da sempre e da sempre cerca di sostituirli con aggettivi, avverbi o frasi che raggirino il pericolo di doverli pronunciare, ma viene invece costretta dal destino ad avere a che fare per tutta la vita proprio con la matematica.

La donna, casalinga, moglie perfetta, sempre organizzata e fiera di come riesce a gestire la sua casa anche se il marito non c’è mai, durante il lockdown si trova invece a dover fare i conti con la matematica ed un marito forzatamente a casa!

Un racconto tragicomico con epilogo a sorpresa… una storia autobiografica in parte ed in parte romanzata, ma anche un modo per non dimenticare alcuni anni pesanti della nostra storia recente."

107 visualizzazioni

Comments


bottom of page