top of page

Pensieri in disordine

Presso la Mediateca di Monthey (Svizzera), tra il 23 novembre 7 dicembre 2022 si è tenuta la presentazione del libro di poesie Pensieri in disordine di Giorgio Blasi con esposizione delle illustrazioni di Lidia Bachis.


La mostra consiste in una quarantina di lavori su carta con la penna bic, per illustrare il libro di poesie Pensieri in disordine. che Lidia Bachis, pittrice PopArt e surrealista ha realizzato per il volume Pensieri in disordine di Giorgio Blasi

« Ut pictura poesis ». «Come la pittura, la poesia», scriveva Orazio. Due arti sorelle che si tengono per mano in quell’avventuroso cammino alla ricerca del senso della vita. Cosí è stato immaginato Pensieri in disordine, una raccolta di poesie in cui le parole del poeta si affidano al soffio magico del gesto pittorico. Come in una dansa infinita, le illustrazioni di Lidia Bachis si lasciano cullare dai versi di Giorgio Blasi che sorprendentemente diventano immagine, emergendo dalla ritmica delle sonorità liriche. Dalla penna del poeta a quella dell’illustratrice, il tratto rimane ininterrotto, sottile, eppure tenace, come quell’esile filo che ci collega alla vita.

Cosí, i pensieri in disordine del titolo di copertina, in un’unica linea continua, da parola poetica si fanno immagine, montagne scritte e disegnate al contempo. Sono proprio loro, le montagne, ad accogliere i pensieri in disordine del poeta. La Dent de Morcle, il Grand Muveran, il Lion d’Argentine, il Mont d’Or et le Dents du Midi, con i loro nomi suggestivi, non sono tuttavia per il poeta delle vette da conquistare, quanto piuttosto i paesaggi della quotidianità, quelli che si intravedono dalla finestra e in cui risuonano i rumori della città. Di notte, sbarrano l’orizzonte, voltando i pensieri in ricordi, le speranze in malinconia, la fiducia in paura. All’alba, si vestono di una nuova luce purificatrice le montagne.

Le loro cime si disegnano sul cielo come se fossero in pizzo, svelando una fragilità prettamente umana che rassicura il cuore del poeta. Perché anche le montagne hanno un cuore, lo sanno bene gli artisti, un cuore che batte all’unisono con i giochi dei bambini, i sorrisi degli innamorati, i graffi della penna di chi in silenzio crea. Batte questo cuore, al ritmo del susseguirsi delle giornate: Giorno, notte. Sole, luna. Luce, stelle. Alba, tramonto. Bianco, nero, come i disegni che accompagnano questi pensieri in disordine. Neri decisi, forti, penetranti e intensi. Bianchi limpidi, evanescenti, luminosi e candidi. Sfumature che fanno eco a pensieri malinconici, liberi, fiduciosi, amorevoli, inquieti, sognanti.

Tra sogno e realtà, è lí che ci trasportano le poesie di Giorgio Blasi e le illustrazioni di Lidia Bachis. In quell’intermezzo etereo, spazio di confine tra due mondi permeabili, entrambi raggiungono il loro equilibrio, trovando le parole e le immagini per tradurre realtà concrete, sognate e sognanti. Siete i benvenuti in quest’universo sospeso tra reale e immaginario, sembrano dirci il poeta e l’artista. Fate come noi, raccogliete i vostri pensieri in disordine, guardate al mondo nella sua potenza liberatoria, aprite gli occhi e i cuori alla sua bellezza, credete nei vostri sogni, sono a portata di mano. Non abbiate paura di essere anche voi degli artisti, delle anime pure che portano ogni giorno uno sguardo nuovo e sincero sul mondo. Siate dei rivoluzionari dolci e silenziosi, ritrovando la fiducia nell’oggi e nel domani.




13 visualizzazioni0 commenti
bottom of page