COMUNITA' MONTANE - GHERA: "COMMISSARI SPRECO DENARO PUBBLICO" A ROMA

Aggiornamento: 26 lug

"I commissari nominati da Zingaretti avevano mandato di liquidarle in tre mesi, ma sembra proprio che non ci pensino affatto. Intanto dopo trenta mesi di commissariamento i costi di mantenimento di questo apparato sono lievitati sino al milione di euro circa.

Ancora una volta il Pd al governo del Lazio premia l'incapacità, o per meglio dire l'inutilità, considerato che già nel 2016 l'Ente di via Colombo aveva deciso di sopprimere le Comunità Montane. Salvo poi commissariarle ben tre anni dopo". Così in un comunicato Fabrizio Ghera, capogruppo Fdi alla Regione Lazio. "Viene da chiedersi di cosa si sono occupati i commissari nominati dalla Regione che dovevano restare in carica tre mesi, se le Comunità Montane non sono state ancora liquidate a distanza di sei anni", aggiunge.

"Zingaretti dovrebbe spiegare perché i 22 incaricati delle liquidazioni non sono stati rimossi, data la loro inefficienza. Di certo - conclude Ghera - lo stipendio di 1500 euro per i commissari e i 750.00 per i sub commissari, rappresenta un forte esborso per le casse regionali. Sarebbe opportuno che la maggioranza PD-M5Stelle facesse chiarezza sul futuro delle Comunità Montane".

8 visualizzazioni0 commenti