Governo, Regione e Comune: ne parliamo col Consigliere Regionale Daniele Giannini

... E intanto l’educazione civica rientra a scuola


Dal nuovo assetto del Governo, in cui figurano Lega, PD, LeU e M5S, alla stasi intorno alle elezioni romane, fino alle dimissioni di Zingaretti. Tanti i temi di politica interna trattati con Daniele Giannini in quota Lega, Vice Presidente: IX Commissione - Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio, componente: VII Commissione - Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare e della Commissione speciale sui piani di zona per l'edilizia economica e popolare nella Regione


La Lega ha ottenuto il ripristino dell'educazione civica nelle scuole Certo, un importante obiettivo raggiunto che rivendichiamo con orgoglio, il ritorno allo studio dei diritti e doveri di ogni cittadino è una grande opportunità di crescita e consapevolezza per le giovani generazioni. Per educazione civica noi intendiamo una "matrice valoriale" che orienta verso comportamenti virtuosi facendo del ragazzo il futuro cittadino, capace di valorizzare e tutelare l'ambiente nazionale, sociale e familiare in cui vive.


Non è un fatto singolare che siate alleati in consiglio dei ministri e avversari sui banchi in tribunale? Salvini è sotto processo a causa della linea di PD, LeU e 5 stelle. Innanzitutto non si tratta di un'alleanza ma di un governo di "unità" nazionale in cui la Lega ha deciso di farne parte solo per portare avanti le battaglie che ritiene giuste per gli italiani. Il periodo di crisi dovuto al Covid non permette a nessuno di stare in finestra ad aspettare, tantomeno al primo partito d'Italia, se Salvini ha deciso di essere della partita è perché ne va del futuro della nostra nazione e non saranno dei processi ingiusti e politicizzati a fermarlo. PD, LeU e 5 stelle sono alle prese con grandi problemi interni e stanno diventando ogni giorno più marginali in questo governo, avranno torto pure nella scellerata scelta di far processare Salvini "colpevole" di aver difeso i confini e fermato il business dell'immigrazione clandestina.

Consigliere Giannini, le dimissioni di Zingaretti da segretario del PD che ripercussioni possono avere sulla Regione Lazio? Penso che non porteranno nessun cambiamento purtroppo. Sono tre anni che la Regione viene utilizzata da Zingaretti solo come "poltronificio" per piazzare "compagni" esclusi o trombati alle elezioni. Uno scenario triste ed imbarazzante che come Lega denunciamo fin dal primo giorno di questa legislatura. Continueremo con forza la nostra opposizione all' amministrazione regionale targata PDLe elezioni romane si faranno a fine estate. Le elezioni romane si faranno a fine estate, inizio autunno. Si tratta di un bene o un male?

Sicuramente un male, sono stati già troppi i cinque anni dei grillini al governo di Roma. I cittadini non vedono l'ora di mandare a casa questi incompetenti, la città è degradata, sporca e insicura. Secondo me si sarebbe potuto votare a metà giugno e liberare finalmente Roma da questa calamità.

Per il centrodestra su Roma i nomi che sono girati hanno riguardato Bertolaso e Abodichi sarà il candidato? In effetti non c'è ancora chiarezza, io auspico una scelta di primissimo piano. Non bisogna aver paura in politica, amministrare Roma lo sappiamo tutti è difficile, complicato ma è anche una sfida ambiziosa, un compito, un dovere. La Capitale d'Italia è faro culturale d'Europa, culla della cristianità, patrimonio del mondo intero e merita quindi tutto il nostro impegno, sono pronto a candidarmi come consigliere se servirà per dare più forza alla Lega. Il centrodestra butti il cuore oltre l'ostacolo e scenda in campo con i migliori per ridare dignità a Roma. Chi osa vince!

255 visualizzazioni0 commenti