top of page

KANG, le mille vite di un temponauta

Aggiornamento: 9 ago 2023

Cronistoria del nuovo villain MCU destinato ad essere il nuovo Thanos

Ant-Man&Wasp Quantumenia si è dimostrato un prodotto non molto apprezzato dai fan. Dopo un esordio col botto si piazza come il peggior incasso della trilogia di Ant-Man e tra quelli peggio recensiti.


Forse tra le tante cose che non hanno convinto il pubblico c’è la versione BLM di Kang interpretata da Jonathan Majors. Ma per capire in pieno i limiti di un personaggio dovremmo spendere più di due parole sul personaggio di Kang per chiarire come mai le scelte cinematografiche non sono per nulla affidabili.

In una Terra alternativa del XXX secolo viveva un uomo chiamato Nathaniel Richards il quale, stanco e annoiato della società utopistica e pacifica in cui viveva, dopo aver scoperto gli studi per i viaggi del tempo, probabilmente appartenuti al Dottor Destino, decide di iniziare esperienze di conquista intertemporali. Sempre ispirandosi al buon Von Doom crea un’armatura tecnologica e inizia a viaggiare nelle varie linee temporali, conquistandole o cambiandone il corso della storia.

Nelle storie Marvel è tra i nemici principali dei Vendicatori ma la sua figura è sinistramente legata anche ai F4 poiché nelle prime Guerre Segrete si ventila l’ipotesi che sia un discendente del re di Latveria ma visto anche il suo nome si è avanzata l’ipotesi che lui sia il figlio biologico di un altro Nathaniel Richards ossia il padre di Reed alias Mr Fantastic ergo i due sarebbero fratellastri.

In tutte le sue scorribande spaziotemporali il Conquistatore ha assunto numerose identità la prima fu nell’antico Egitto come Rama-Tut il Faraone Bianco, e fu indirettamente responsabile della nascita di un altro villain ossia En-Sabah Nur alias Apocalisse.

Poi divenne il Centurione Scarlatto spina nel fianco del super gruppo noto come Squadrone Supremo. Tale nome venne assunto anche dal figlio in provetta di Kang Marcus legato al passato di Carol Danvers.


Per un periodo di tempo indossò anche abiti borghesi in primis agli inizi del XX secolo negli USA come Victor Timely (il nome rafforza il suo rapporto con Destino) un geniale imprenditore che rivaleggiava con Henry Ford e Thomas Edison e che fu mentore del professor Phineas Horton ossia il creatore della prima Torcia Umana. In secundis fu Mister Gryphon potente miliardario a capo della Qeng Coporation e di una holding criminale.


Una delle sue incarnazioni più anziane fu quella del signore del Limbo Immortus. In tali vesti, celebrò le nozze tra Visione e Wanda e tra lo Spadaccino e Mantìs. Essendo un paradosso temporale Kang ha combattuto anche contro se stesso, specie con la sua variante del Limbo, creando anche una sua versione giovane ed eroica nota come Iron Lad che fu membro fondatore dei Giovani Vendicatori.

Un’altra incarnazione giovanile di Nathaniel Richards fu Kid Immortus che arrivò a fondersi con Destino e Annhihilus creando il super essere Doom l’Annihilating Conqueror che si scontrò con i F4.

Sotto l’elmo di Kang, però, non ci fu solo Nat Richards ma anche Ahura Boltagon figlio dei monarchi Inunami Freccia Nera e Medusa anch’egli una scheggia impazzita nella tela dello spazio tempo.


Nell’universo Ultimate Marvel scopriamo che Kang è una donna e la sua vera identità è quella di Susan Storm la milf invisibile dei Fantastici 4. Va precisato che in questo Elselworld anche Mr Fantastic è un -semivillain, dalla natura molto più simile alla sua nemesi Destino, dal nome di Creatore.


Una sostituzione, alquanto imbarazzante, fu Kamala Kang ossia un miscuglio tra Miss Marvel Kamala Khan e il Conquistatore ottenuto tramite le Gemme dell’Infinito.

Negli anni 90 scoprimmo poi che esisteva un Gran Consiglio dei Kang ossia che in ogni tempo e in ogni dove è esistito, esiste ed esisterà un Kang. Interessante notare come ogni variante si adatti alla sua realtà quindi abbiamo degli esemplari non umani nonché una variante femminile ed una da infante. Addirittura il presidente del consiglio aveva la maschera di metallo liquido grigia, contro la tradizionale azzurrina, e tanto di mustacchi e barbetta alla Athos in bella vista.


Perché tutto questo discorso per far comprendere che gli autori Disney avrebbero potuto mettere una pezza decente a questa ennesima sostituzione etnica spiegando che quella era uno dei tanti Kang. Invece no, nelle scene post credit mostrano il trio Immortus, Centurione Scarlatto e Rama-Tut, tutti con le sembianze di Majors che convocano il Consiglio con Kang tutti uguali.


Altra noticina estetica: sia questo Kang che il Deadshot di Smith hanno una strana repulsione per gli elmi difatti recitano al 90% a viso scoperto cosa inadatta ai personaggi cartacei forse un modo per ostentare un certo orgoglio alla BLM. In più come accennato prima la maschera del Conquistatore è fatta di metallo liquido e quindi si adatta ai lineamenti del viso qui invece è una sorta di schermo azzurrino che non rende assolutamente.


In ultimo il voler fare Nat Richards afroamericano, considerando i suoi legami parentali con Mr Fantastic e il Dottor Destino non sia il tentativo di legittimare l’ennesima sostituzione etnica ai danni dei suddetti personaggi. Forse è un po' complottista come idea ma a pensar male si fa sempre bene visto che si vocifera da parecchio di far interpretare Magneto e il Professor X a due attori neri…

50 visualizzazioni

コメント


bottom of page