top of page

“MI PASSI UN PO’ DI PACE?”

E’ uscito il 9 ottobre 2022 il nuovo cortometraggio di Saint Production
s.r.l., in collaborazione con M.P.M. Management Productions s.r.l. “MI PASSI UN PO’ DI PACE?”, ideato come semplice veicolo di pace tra i popoli, alla luce del conflitto tra Russia e Ucraina. Il video è stato ispirato dalle parole del Santo Padre Papa Francesco.


E’ stato ideato da ELENA TASSO e prodotto da MARIA PAOLA MIGLIASSI.

Protagonista del video è l’attrice SILVIA SIRAVO, nella parte di una ragazza che fugge da una situazione d'oppressione e sofferenza. Durante il cammino per la sua salvezza, incontra alcuni personaggi che, con un simbolo, aiutano la giovane a ricercare la pace, accogliendola ed ospitandola all'interno di un paese. Questi simboli vengono ritratti dalla giovane, che si rivelerà una disegnatrice, componendo alla fine un unico grande messaggio di pace.


Le immagini sono commentate dalle letture, tratte dall’ “Atto di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria”, dal Messaggio “Urbi et Orbi” del 17 Aprile 2022, dall’Omelia della “Messa della Divina Misericordia” del 24 Aprile 2022, tutte redatte e pronunciate dal Santo Padre PAPA FRANCESCO, e da una preghiera dell’autrice. Le voci commentatrici, oltre quella della protagonista, sono degli attori MARIANO RIGILLO e ANNA TERESA ROSSINI. Nel corto partecipano anche gli attori MARCO PROSPERINI e PIERRE BRESOLIN e parte della Proloco Dott. Tullio De Sanctis A.P.S. e del Centro Sociale Anziani di Collepardo A.P.S. La regia è di GIANCARLO MICI, anche produttore esecutivo e autore della canzone “Un quadro di pace”, interpretata da FRANCESCA DI MEGLIO e registrata nello studio SUONOMATICA di Frosinone, colonna sonora del cortometraggio, e di WALTER CULICELLI che ha curato anche le riprese e la fotografia. I ritratti dei simboli di pace sono stati realizzati da MARYAM PEZESHKI. Il video è stato realizzato sotto l’egida del MINISTERO DELLA CULTURA, DIREZIONE REGIONALE MUSEI LAZIO, della REGIONE LAZIO, di LAZIOCREA S.p.A, del COMUNE DI COLLEPARDO e della LIBRERIA EDITRICE VATICANA - DICASTERO PER LA COMUNICAZIONE. Le località principali delle riprese sono la Certosa di Trisulti e il paese di

Collepardo, in provincia di Frosinone.

Il corto è fruibile gratuitamente al pubblico attraverso la piattaforma YOUTUBE sul link: https://youtu.be/Z3R0zVpH4D4 oppure sul sito: http://www.saintproduction.it/Pace.html

La canzone “Un quadro di pace” è fruibile su tutte le piattaforme musicali digitali.


E’ stato presentato in anteprima al Santo Padre PAPA FRANCESCO nell’udienza generale del 21 settembre 2022 a Piazza San Pietro in Vaticano.


E’ stato presentato inoltre:

Nel programmo televisivo “Di buon mattino” su TV2000

Nel programma televisivo “Just Today” su Padre Pio TV

Nell’ambito del “Premio Liberi & Forti” a Palazzo Valentini – Roma Capitale e Prefettura di Roma


Nell’ambito della “Settimana del Pensiero”, evento della rassegna Rome Future Week

Già tra i corti selezionati per il Premio DAVID DI DONATELLO 2023, è stato in questi giorni selezionato per l’importante festival americano BEST SHORTS COMPETITION che si svolge a La Jolla in California.


“Il cortometraggio è’ stato ideato come semplice veicolo di pace tra i popoli, alla luce del conflitto tra Russia e Ucraina. Io ed Elena Tasso, l'autrice, ci siamo sentiti coinvolti dall'invito ripetuto del Santo Padre di dare il proprio contributo per la pace insieme alla preghiera.

E’ una goccia nell’oceano però importante in questo tempo di siccità, e il desiderio di coinvolgere un paese è stato come testimonianza che tutti insieme uniti al Signore possiamo fare qualcosa di positivo.

Una pace che deve essere accolta per Sua grazia, fatta esperienza, deve essere donata agli altri, nei nostri rapporti, nella nostra città per creare tante zone di pace sempre più grandi. una pace testimoniata nel rispetto degli altri, nella cura, nell’amore reciproco, nell’abbraccio misericordioso del Padre.

E' la prima volta che mi presento in qualità di regista a questi concorsi come il "David" o il "Best Shorts".

Per me, l’autrice e tutti noi, portare un corto di questa natura è sicuramente una sfida, ma soprattutto è l’intento di far permeare il desiderio di pace anche tra il pubblico cinematografico più vario”.





146 visualizzazioni

Post correlati

bottom of page