Per Beatrice Bocci, il futuro è adesso

Aggiornato il: mar 23


Beatrice Bocci

Inclusa tra gli emergenti di Robotizzati con un mini abito bianco che rimanda a figure alate, strettissimo in vita, con evidenti riferimenti agli avanguardisti francesi, in particolare a Thierry Mugler, Beatrice Bocci si segnala per maturità, qualità tecnica e idee chiare. Attualmente lavora con Guillermo Mariotto, stilista e direttore artistico della Maison Gattinoni e parallelamente è docente di disegno e storia dell’arte. Inoltre è architetto, scultrice e designer di moda. Non fosse abbastanza, è una stilista di un certo nome nel circuito dei costumi per cosplayer.


É eclettica, Beatrice Bocci. E parimenti, determinata. Prima di iniziare il percorso accanto a Guillermo Mariotto ha conseguito la Laurea triennale in Scienze dell’Architettura e successivamente la laurea magistrale in Progettazione Architettonica, portando simultaneamente avanti gli studi accademici presso la MAM Maiani Accademia di Moda, vincendo il concorso a numero chiuso nel 2019 per l’accesso al corso di Modellista dell’abbigliamento della MAM. Nel 2020 si è collocata al primo posto nel Fashion Contest promosso da TFP Talents, come designer emergente di moda realizzando la Capsule Collection in Digital Art “Baroque ‘N Rock” che mescola la cultura Rock underground all’ampollosità dei volumi barocchi con dei cenni a Vermeer, nello stesso periodo è stata scelta come Fashion Designer per il musical che uscirà a marzo 2021 “Dracula Opera Rock”, con la regia di Daniele Catini.

La sua velocità e tecnica nell’ illustrazione digitale, accompagnate da una forte determinazione e professionalità hanno colpito Guillermo Mariotto che l’ha voluta come artista digitale per l’esposizione di 48 figurini per l’allestimento della mostra–performance “Robotizzati, Esperimenti di Moda” presso il WeGil, a cura di Stefano Dominella, che ha selezionato tra quelli realizzati durante il corso dell’ Accademia MAM il suo abito DomWi, per esporlo all’interno della stessa, affascinato dalle lavorazioni tridimensionali e futuristiche delle maniche. L’abito Domwi è stato selezionato per la pubblicazione su Vogue Talents tra i giovani designer emergenti. Poco dopo Guillermo Mariotto le ha affidato il coordinamento del progetto artistico itinerante B-JESUS, di cui abbiamo dato ampia trattazione.


Ha, inoltre, partecipato con l’accademia MAM Maiani Accademia di Moda al Fashion Film “Applausi” alla kermesse romana di Altaroma 2021, realizzando due abiti ispirati alla donna del futuro e al suo essere in continuo mutamento, con la sua attitudine per il rinnovamento.

Le abbiamo chiesto di raccontarceli “ Ho preso spunto dalle fonti di energia rinnovabile presenti sulla Terra: Aria, Acqua, Calore geotermico e Vento. I due outfit rappresentano anche il concetto di fluidità, con un’accezione futurista, prendendo spunto dalle forme organiche e dai colori della Terra. DomWi, rappresenta le energie di aria e acqua. La lavorazione sulle maniche raglan, presenta ricami tridimensionali, geometrici e minimalisti, che ricordano le geometrie organiche del Dandelion, che è da sempre il fiore simbolo del vento e dell’aria. Mentre invece il corpino e la gonna presentano una lavorazione tridimensionale di zip tagliate a vivo, con un movimento che richiama la sinuosità delle onde del mare. DomRa, rappresenta Il Calore geotermico e la fluidità del magma. Questo abito presenta delle maniche dalla linea cocoon, giocando con contrasti cromatici e linee sinuose, che si staccano dalla semplice linea d’abito.



281 visualizzazioni0 commenti