top of page

Ferdy Colloca ci apre le porte del suo Electro Club


Col Guru ci conosciamo da una vita. Un’amicizia cadenzata da una serie infinita di incroci a partire da quella rivista sperimentale che era Web, nel lontano 1992, dove io muovevo i primi passi come redattore e lui sperimentava il body painting per copertine altamente suggestive, fluon e lisergiche. Era una rivista ambiziosa che radunava al suo interno le menti creative di quel periodo. Piccolo balzo in avanti, siamo nel 1996 e uno schema simile è replicato dai produttori di Up to Date, programma “sul pezzo” in onda su Super 3, dove Ferdy si occupava di night clubbing e io di cinema e musica. E di nuovo, alcuni anni dopo mi chiamò per curare la rassegna di cortometraggi e la regia di un video per Roma-Explorarte, un mega evento contenitore di tre giorni. Tempo dopo, come tecnici dell’Assessorato alle Politiche Giovanili abbiamo dato nuovo impulso alla creatività giovanile con rassegne come Gemine Muse che curai per due edizioni e Adrenalina di cui è l’ideatore e curatore. Racconto tutto ciò per dire che se da un lato gioisco per questa nuova pagina della sua carriera, dall’altra non sono sorpreso se la RAI nel rilanciare la frequenza abbia inserito in palinsesto l’esperienza e l’energia di quest’eterno ragazzino, curioso come un gatto e incapace di stare fermo.

Scambiamo quattro chiacchiere in coincidenza col lancio di Electro Club…


Ciao Ferdy, come va?

Ciao Pier, ciao anime belle, tutto bene, sempre preso tra mille idee e progetti ma d'altronde è stata sempre così la mia vita, un vulcano sempre in attività... tra arte pittorica con i miei lavori convenzionali e di body art, tra produzioni discografiche, mostre ed eventi, serate nei club, curatele...per non parlare poi dello sport dove ancora ho velleità di atleta master oltre a essere presidente di un team d'atletica, la OSO ITALIA.


Sei su No Name Radio, la nuova frequenza RAI con Electro Club, parlacene un po’. Qual è la proposta musicale, punti di forza?

NO NAME RADIO powered RAI è un nuovo canale radiofonico digitale che punta tutto ai giovani per i giovani, libera, gratuita e sempre a portata di mano come piattaforma digitale. Un progetto a cui RADIO RAI punta molto, inaugurata il 18 Dicembre 2022, da oggi (18-01-2022) è in onda il mio format ELECTRO CLUB, dalle ore 01.00 per far compagnia agli insonni e agli amanti della musica elettronica in tutte le sue sfaccettature...Un contenitore dedicato ai giovanissimi... ma non solo... tanta musica, new release e brani storici, le interviste ai dj's più importanti del nostro paese e del mondo, ai dj’s emergenti, ai festival più importanti Italiani e stranieri, ai personaggi che hanno fatto parte del movimento fin dagli anni ’90 e ancor oggi ne sono dentro, alle tendenze future, alle contaminazioni tra musica, arte, moda e cultura. Alle collaborazioni che – settimana dopo settimana – possono raccontare nuovi sentieri di questo genere musicale che è sempre più amato e seguito dai giovani. Alla sensibilizzazione “green” che tutto il movimento segue e ai nuovi importanti messaggi di pace. Il punto di forza è la contemporaneità del programma che dialoga con il passato ma anche con altri generi musicali, un salotto radiofonico dove emerge l'amore per la musica e trasmette le giuste vibrazioni a chi ascolta.

Va in onda dal lunedì al venerdì, a chi ti rivolgi?

Il canale si rivolge ai giovanissimi, ma io penso che l'età sia uno stato d'animo, quindi ELECTRO CLUB si rivolge a chi ama la musica elettronica a 360° gradi


L’orario è per vampiri, non sei un po’ avanti con l’età?

L'orario non è per vampiri, in realtà da sempre nei club più "fighi" al mondo si entrava all'una, abbiamo cercato di tenere in piedi questa tradizione...in ELECTRO CLUB si entra all'una...è chiaramente una scommessa ma tu sai benissimo che a me piacciono le scommesse, per l'età ho già risposto nella precedente domanda... L'età è uno stato d’animo e io mi sento un eterno Peter Pan...


A proposito di vampiri, ogni volta che ti danno per morto, risorgi…

Sai benissimo che i vampiri sono immortali, ancor nessuno è riuscito a conficcare nel mio cuore il paletto di quercia bianca...a parte gli scherzi, in realtà quando non mi si vede in giro è perché i miei progetti hanno bisogno anche di ricerca e la ricerca ha bisogno di tempo...magari non mi vedi "bazzicare" in ambito musicale in un certo periodo perchè magari sono assorbito appunto da altre cose, la mia tavolozza espressiva d'artista è così ampia che entra in maniera trasversale in diversi palcoscenici culturali.


Ci conosciamo da oltre trent’anni, dai tempi di Web, noi della vecchia guardia di che stoffa siamo fatti?

Io non mi considero della vecchia guardia, sono un artista al passo con i tempi, anzi probabilmente OLTRE ma questo lo deciderà in futuro il pubblico...parliamo invece di esperienza, Pier Luigi, e allora sì che tu, io, ne abbiamo da vendere e sulla base di questa esperienza che possiamo probabilmente oggi essere dei bravi MAESTRI.


E come, no? E a proposito di generazioni, un tuo parere su fenomeni contemporanei come, Geoiller e i Maneskin

Per passione e per lavoro, da oltre 40 anni ascolto musica giornalmente, oltre la mia collezione di quasi 10mila vinili... GEOILLER interpreta perfettamente il mood del rapper old school con contaminazioni assolutamente contemporanee, i suoi testi sono molto interessanti e apprezzo tantissimo che lui nel "rappare" usi il suo dialetto partenopeo non tradendo le origini, il quartiere...che è un po il segno distintivo delle prime band o artisti americani...chiaramente un fenomeno per ora italiano...i MANESKIN hanno invece riportato nel mondo la musica italiana, che tutti consideravano da sempre neo-melodica o melodica (vedi i successi di Laura Pausini o Eros Ramazzotti per esempio) , rompendo un tabù, quello che anche gli italiani possono fare del ROCK ...hanno usato il linguaggio musicale più primitivo di esso, hanno colmato un vuoto che si è creato visto l'età delle band storiche e con piglio e fortissima personalità stanno SPAKKANDO, entrambi non rientrano nei miei personali gusti musicali ma li seguo con forte interesse.


Beh, sintonizziamoci su NO NAME RADIO per Electro Club e vediamo se dà la scossa giusta.

 


38 visualizzazioni0 commenti
bottom of page